Inter: Conte e Simeone sono i sogni, ma piace molto Pochettino

Serie A

L'attuale allenatore del Tottenham - che starebbe valutando se lasciare o meno la panchina della squadra inglese - è un profilo che piace molto al ds Ausilio. Proposto Jardim, Spalletti rimane la soluzione più fattibile. Si continua a lavorare anche per Schick della Samp

Martedì in tarda serata è arrivata la decisione inattesa della società di cambiare allenatore, l'Inter ha così sollevato dall'incarico Stefano Pioli - subentrato a sua volta al posto di Frank de Boer - e ha nuovamente affidato la squadra nerazzurra a Stefano Vecchi. L'allenatore della Primavera dovrà dunque guidare Icardi e compagni nelle ultime tre partite che mancano da qui alla fine della stagione, in attesa che la società valuti con grande attenzione il da farsi per trovare il giusto profilo a cui affidare la squadra. La volontà di Suning, sì sa, sarebbe quella di portare a Milano uno tra Antonio Conte e Diego Pablo Simeone, ma riuscire a convincere gli allenatori di Chelsea e Atletico Madrid di certo non sarà per nulla facile.

Proposto Jardim

Il primo quest'oggi ha parlato in conferenza stampa nella quale ha ribadito di voler rimanere a Londra anche nella prossima stagione. In attesa di decisioni definitive, all'Inter è stato proposto il profilo di Leonardo Jardim, primo con il suo Monaco in campionato ed eliminato dalla Juventus in semifinale di Champions League. Un profilo certamente interessante ma che intriga meno rispetto a un altro nome, quello del manager del Tottenham Mauricio Pochettino. Una figura che piace da molto tempo e che ha già portato Ausilio a muoversi nei giorni scorsi per capire le intenzioni dello stesso tecnico. L'argentino avrebbe una clausola di circa 5 milioni di euro che gli permetterebbe di liberarsi dalla società londinese e al momento sarebbe combattuto se lasciare la sua attuale squadra o meno.

Proposto un lungo contratto per aprire un ciclo

Pochettino, inoltre, ha una moglie italiana e per questo motivo la Serie A è sempre stata una tentazione forte; continuano pertanto i ragionamenti sia dell'Inter che dello stesso allenatore che sta pensando al suo futuro valutando i pro e i contro di un possibile 'sì' alla proposta dell'Inter - che metterebbe sul tavolo per convincerlo una cifra di 10 milioni di euro l'anno circa, ovvero il doppio di quello che prende attualmente in Inghilterra. L'intenzione sarebbe quella di offrire un contratto lungo per aprire un ciclo, quello che importa al momento è che l'inter sta lavorando sul suo profilo in maniera seria e insistente. Un suo addio al Tottenham (che in caso di separazione potrebbe decidere di puntare sull'allenatore del Bournemouth, Eddie Howe) non è certo ma i contatti e le riflessioni proseguono. Inoltre il nome di Pochettino piace anche a Walter Sabatini - che ha seguito molte delle partite del suo Tottenham a Londra durante l'inverno - anche se la candidatura viene portata avanti principalmente da direttore sportivo Piero Ausilio.

Spalletti resta l'alternativa italiana

In alternativa rimane viva la soluzione che porta a Luciano Spalletti, decisamente più fattibile e più facile anche se la Roma (e in particolare Monchi) non ha ancora perso le speranze di riuscire a convincere l'allenatore giallorosso a rimanere nella Capitale. Il nuovo direttore sportivo in questi giorni sta lavorando proprio al fianco dell'attuale tecnico della Roma per fargli capire che lui resta la soluzione principale e preferita dalla società; fino a quando non arriverà un definitivo e secco 'no' da parte dello stesso Spalletti lo spagnolo insisterà nel tentativo di convincerlo. Dal futuro della panchina a quello della rosa, in estate si annunciano numerose partenze dall'attuale organico interista e si continuano a cercare anche i giusti rimpiazzi per formare la rosa della prossima stagione. L'Inter continua a lavorare su Patrik Schick della Sampdoria.

Continuano i contatti per l'attaccante ceco

La società sarebbe pronta a pagare la clausola di 25 milioni di euro attualmente fissata dal club genovese e potrebbe anche pensare di lasciarlo ancora un anno in prestito alla squadra di Marco Giampaolo. Nelle scorse ore l'agente del calciatore è stato avvistato a Genova e si sono registrati anche nuovi contatti tra le due società, con Ausilio che avrebbe parlato con Antonio Romei. Sul calciatore rimane vigile e interessata anche la Juventus ma il club bianconero - impegnato in questo intenso finale di stagione - non è ancora arrivato a pensare a un possibile pagamento della clausola risolutoria. Il club campione d'Italia avrebbe fatto delle offerte strutturate diversamente e l'Inter potrebbe così provare ad anticipare tutte le concorrenti per assicurarsi il gioiello ceco. Lavori in corso, dalla panchina all'attacco; l'Inter pianifica il futuro.

I più letti