Juve, Allegri: "Nessuna preoccupazione, ma antenne dritte!"

Serie A
Max Allegri, allenatore della Juventus (Lapresse)
allegri-2_lapresse

Dopo la sconfitta con la Roma, l'allenatore bianconero pretende che i suoi restino concentrati. Sia per il campionato che per le prossime sfide, tra Tim Cup e la finale di Champions. Così su Twitter: "Antenne dritte!"

Doveva arrivare il sesto titolo di fila, ma invece è arrivata soltanto una sconfitta: secco 3-1. Con la Roma che rimanda la festa-Scudetto bianconera grazie al tris dell'Olimpico. E ora? Tutto posticipato alla prossima partita in casa col Crotone, ma Max Allegri - attraverso il proprio account Twitter - predica calma e invita i suoi a mantenere la concentrazione: "Nessuna preoccupazione - scrive l'allenatore bianconero - ma... antenne belle dritte!". Sintetico, chiaro, emblematico. Senza mollare in vista dei prossimi impegni. Lo dice anche Marchisio, entrato nella ripresa: "Basta poco per perdere concentrazione e voglia nell'ottenere grandi obiettivi. Non abbiamo ancora vinto nulla - scrive il centrocampista - e questo deve essere l'unico nostro pensiero dentro di noi. Ora testa alla prima finale". Infine Bonucci: "Guardiamo avanti - dice il difensore sul proprio account Instagram - Mercoledì il primo obiettivo da raggiungere. Con umiltà, fame e cattiveria. Fino alla fine!". Anche Lichtsteiner, partito titolare contro la Roma e poi sostituito da Dani Alves, ha voluto dire la sua: "Una brutta sconfitta che ci serve da lezione. Non abbiamo vinto ancora niente. 

Allegri: "Rialziamoci subito"

Brutta sconfitta per la Juve. Proprio nel giorno in cui i bianconeri avrebbero dovuto festeggiare lo Scudetto. Tuttavia, secco 3-1 e festa rimandata. Ora basta una vittoria in una delle prossime due gare per alzare al cielo il sesto trofeo consecutivo. Prima, però, la finale di Tim Cup contro la Lazio, in programma mercoledì sera: "Antenne dritte!". Con Allegri che predica calma e concentrazione, come evidenziato anche su Sky Sport nel post partita: "Eravamo in totale controllo e poi abbiamo smesso di esserlo, eravamo contenti di come avevamo fatto il primo tempo ma siamo rientrati senza la cattiveria giusta, basta vedere i gol che abbiamo preso abbiamo. Abbiamo lasciato delle palle lì che loro hanno saputo sfruttare; è una sconfitta brutta, ci tenevamo a chiudere il discorso scudetto, ci dispiace non esserci riusciti e nulla è ancora chiuso. Dovremo riprovarci domenica ma abbiamo prima la Coppa Italia nel mezzo, dobbiamo drizzare velocemente le antenne perché abbiamo preso due gol a Bergamo, uno col Torino e stasera tre; la Roma ha fatto una partita giusta, seria e l’abbiamo pagata. C'è amarezza da parte di tutti, i primi ad esserlo sono i ragazzi ma in questo momento qui l'unica cosa che non bisogna fare è creare nervosismo intorno alla squadra perché il campionato - come detto - si vince alla fine e noi abbiamo ancora tante gare importanti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport