"Gioco 15' e segno": Kean il predestinato, primo 2000 in gol in A

Serie A
Moise Kean, attaccante della Juventus (fonte lapresse)
kean_lapresse

Primo gol dal nuovo millennio in Serie A, Moise Kean è già nella storia. La rivelazione della mamma: "Lo aveva detto, entro un quarto d'ora e segno". Dopo i record per gli esordi in Serie A e in Champions League, un altro primato per il giovane attaccante della Juventus

Minuto 94’ di Bologna-Juventus: cross di Pjanic… Kean-gol! Il destino ha voluto così. Che il più giovane di tutti segnasse l’ultimo gol del campionato dei bianconeri. Come a dire: 'Oggi sogniamo il triplete, ma anche il domani si preannuncia interessante con un giocatore così'. 'Ma che ne sanno i 2000?': tormentone. Ma questo, di 2000, dimostra di saperne eccome. Primo calciatore del nuovo millennio a segnare in Serie A, una nuova generazione che s’impone in Serie A. Lui e Pellegri, in quella che è stata l’ultima giornata di campionato con Francesco Totti in campo. Passaggio del testimone. Ecco ancora il destino.

Predestinato

Faccia da bambino ma fisico da gigante. Imponente. Italianissimo, ma di colore: 'Ma sembra Balotelli', avrà pensato più di qualcuno all’inizio. Velocità, tecnica e forza concentrate in un’unica persona. Cresciuto nell’Asti, passato per il Torino e sbocciato nella Juventus. Tappe bruciate in pochi anni, dai Giovanissimi alla Primavera. Convocato da Fabio Grosso, perché 'uno così non si può non notare'. Troppo forte per giocare con i pari età, troppo superiore agli per non essere utilizzato con i più grandi. La crescita, i gol con la Primavera e le attenzioni di Massimiliano Allegri. Ora la prima rete in Serie A ed una storia tutta da scrivere.

"Gioco un quarto d’ora e segno"

"A chi dedico questo gol? A mia mamma": il pensiero di Kean è andato subito a lei dopo Bologna-Juventus. Isabelle, nata in Costa d’Avorio e arrivata in Italia con i suoi due figli. Tra cui Moise, ovviamente. Orgoglio di mamma, da sabato ancor di più. E pensare che Isabelle neanche l’ha vista la partita: "Ero ad un incontro di congregazione cristiana, ma l’altro mio figlio mi ha chiamato al momento del gol ed ho urlato di gioia. Moise, però, l’aveva predetto: gioco un quarto d’ora e segno. Aveva ragione", ha raccontato.

Il ragazzo dei record

Primo calciatore del nuovo millennio a giocare in Serie A e nei maggiori campionati europei. Primo calciatore del nuovo millennio a giocare in Champions League. Primo calciatore del nuovo millennio a segnare in Serie A. Già tre primati, e siamo appena all’inizio. Lista in aggiornamento, dunque. Per non parlare del record come primo italiano a giocare in Champions League. Sesto, inoltre, nella classifica all time, comandata da Celestine Babayaro che esordì con la maglia dell'Anderlecht a 16 anni e 87 giorni nel 1994. Ma questo ragazzo sembra avere già tutte le caratteristiche del predestinato. "Ma è solo l'inizio, e che fortuna stare vicino a questi campioni: mi hanno aiutato e accompagnato nella crescita", ha dichiarato Kean. Certo, la strada da percorrere è ancora lunga. Ma se il buongiorno si vede dal mattino…

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport