Maradona torna a Napoli, il 5 luglio diventerà cittadino onorario

Serie A
Diego Armando Maradona (getty)
maradona_bacio_maglia_getty

La giunta comunale di Napoli ha approvato la delibera con la quale conferisce al Diez la cittadinanza onoraria. L'evento blindato si terrà il 5 luglio a Piazza del Plebiscito, ma la chiusura al pubblico genera numerose polemiche

Maradona e Napoli, un connubio viscerale. Un sentimento d'amore sbocciato, maturato e corrisposto sin dai primi calci al pallone sull'erba del San Paolo. Diego napoletano lo è sempre stato, ma adesso è pronto a diventarlo ufficialmente.  La giunta comunale di Napoli, come annunciato dal sindaco Luigi de Magistris, ha approvato la delibera con la quale conferisce all'ex Pibe de Oro la cittadinanza onoraria "quale pubblico attestato dei sentimenti di amicizia, stima, gratitudine, ammirazione e affetto della città di Napoli." La cerimonia si terrà in Piazza del Plebiscito, simbolo del capoluogo campano, e sarà organizzata e diretta dall'attore e produttore napoletano Alessandro Siani, che lo scorso gennaio aveva portato Diego a raccontarsi sul palco del teatro San Carlo, in occasione del trentennale del primo scudetto del Napoli. Alla fine della cerimonia ci sarà l'attesissimo discorso di Maradona. Nonostante gli impegni legati al nuovo incarico da ambasciatore del New Deal della Fifa e al ruolo di uomo immagine dei Mondiali di Russia 2018, la "toccata e fuga napoletana" non potrà essere evitata da Diego, che continua a manifestare sui propri profili social il sentimento di orgoglio relativo al riconoscimento che riceverà a Napoli.

Diego Armando Maradona e Gianni Infantino (Getty)

Sicurezza e polemiche

Gli uffici del Comune hanno approntato l'ordinanza per l'istituzione di un particolare dispositivo di traffico temporaneo. La festa sarà blindata con specifiche misure di sicurezza e sarà aperta soltanto a 30mila fortunati, possessori di un ticket gratuito che aveva da tempo scatenato una sfrenata caccia al biglietto. Il "numero chiuso" degli ammessi a un evento pubblico gratuito ha immediatamente scatenato le polemiche in città. Ulteriori polemiche riguardano il presunto compenso che sarebbe da destinare a Maradona per presenziare alla cerimonia. Un compenso che - come è spesso stato ribadito - sarà sborsata da alcuni sponsor dell'argentino e non dal Comune partenopeo.

Murales di Maradona (Getty)

I partecipanti

In occasione della cerimonia saranno presenti diversi protagonisti che hanno accompagnato Diego nella conquista del primo scudetto azzurro nella stagione 1986-87. Il primo a rivelare la propria partecipazione all'evento è stato proprio il capitano del primo scudetto, Peppe Bruscolotti. Il Napoli di oggi invece non ci sarà. Non ci sarà neanche Aurelio De Laurentiis. Il presidente del Napoli, pur avendo espresso il proprio entusiasmo per l'evento, ha preferito partire in anticipo alla volta di Dimaro per curare il ritiro pre campionato della squadra azzurra e occuparsi delle operazioni di mercato in corso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche