Calciomercato Inter, Skriniar: "Qui per la storia. Il prezzo non pesa"

Serie A

E' arrivato in nerazzurro con una valutazione molto alta (tra i 25 e i 30 milioni di euro), all'ex difensore della Samp, presentato oggi, non pesa: "E' incredibile essere qui. Sono giovane e ho tanta voglia di migliorarmi. Quest'anno torneremo a lottare per le posizioni di vertice"

TUTTE LE TRATTATIVE DEL GIORNO LIVE

Dallo Zilina all’Inter, in un anno e mezzo. Milan Skriniar, ne ha fatta di strada. Il giorno dopo il suo arrivo in ritiro al Centro Sportivo di Riscone di Brunico, si è presentato al mondo nerazzurro con grande entusiasmo: “Arrivare qui è qualcosa di incredibile. Mi cercavano diverse squadre ma, appena il mio procuratore mi ha prospettato questa possibilità, non ho avuto dubbi. Questo è un club con una grande storia, sono felicissimo di essere qui e potrò allenarmi assieme a giocatori molto importanti: sono giovane, ho tanta voglia di migliorarmi'.

 

Il rapporto con Spalletti

Il difensore ex Samdoria parla dei primi contatti con Luciano Spalletti: “Mi ha detto di essere felice di avermi a disposizione, adesso potremo conoscerci meglio. Non so se sarò titolare o meno, sarà lui a decidere. Io devo lavorare duro per migliorare, poi vedremo cosa accadrà”. Nei primi allenamenti, Skriniar si è trovato a suo agio: "Tutto molto veloce, abbiamo cominciato ad allenare la difesa. Ho fatto questo anche con Giampaolo alla Samp".

La valutazione

E’ arrivato in nerazzurro, con una valutazione molto alta. Ma il prezzo pagato dall’Inter non è un problema: "Sono i soldi che ha chiesto la Sampdoria. Non mi pesa essere stato valutato 25-30 milioni. A me interessa solo giocare. Subito titolare? Ora l’unica cosa da fare è lavorare duro". L’Inter la vuole in lotta per le posizioni che contano: “Spero che ritorneremo in alto”. Il pensiero sul periodo passato in blucerchiato, e il grazie a Giampaolo: "Mi ha insegnato molte cose sul calcio italiano, devo ringraziare lui e il club blucerchiato per la mia crescita. Tutti i miei ex compagni mi hanno parlato della storia e della tradizione dell'Inter: quest'anno dobbiamo tornare a competere per le posizioni di vertice".

I più letti