29 luglio 2017

Chelsea, Conte: "Pagata la stanchezza. Mercato? In attacco siam pochi"

print-icon

L'allenatore italiano 'giustifica' i suoi dopo il ko con l'Inter: "Abbiamo giocato ogni tre giorni con gli stessi calciatori. In attacco costretto a far giocare Morata e Batshuayi, non ne ho altri..."

Il Chelsea subisce contro l'Inter la seconda sconfitta consecutiva, ma Antonio Conte non ne fa un dramma: "Oggi abbiamo pagato la stanchezza perché abbiamo giocato tre match sempre con gli stessi calciatori - dice l'allenatore italiano -. Abbiamo sempre affrontato grandi squadre. Bisogna soltanto continuare a lavorare, nulla di più. Negli ultimi due anni Mourinho e Ranieri hanno vinto il titolo, poi la stagione dopo sono stati esonerati. Io voglio evitare questo e per farlo bisogna migliorare la squadra. Con i giocatori stiamo cercando di trovare le migliori soluzioni". Conte chiede quindi alla dirigenza altri interventi sul mercato, posizione che ribadisce poco dopo: "Abbiamo la necessità di giocare con Morata e Batshuayi perché al momento non ho altri giocatori". Proprio sull'ultimo acquisto arrivato dal Real Madrid si sofferma infine l'allenatore del Chelsea: "Deve ancora migliorare perché ha appena iniziato a lavorare con noi. Soprattutto fisicamente deve entrare nell’idea di calcio della nostra squadra. Ha solo 5 giorni di allenamento e sta facendo del suo meglio".

I PIU' VISTI DI OGGI