08 settembre 2017

Bologna, Keita: "Sono molto offensivo, voglio migliorare in difesa"

print-icon
Keita, Bologna

Keita, tanta velocità per Donadoni (Twitter Bologna)

Dalla Championship al ritorno in Italia, il difensore classe 1996 si presenta ai rossoblù: "Sono pronto a giocarmi il posto con Masina, devo migliorare come terzino. Conosco bene Mbappé, siamo amici: non mi sorprende il suo passaggio al Psg"

E adesso di nuovo Italia, in Serie A. Cheick Keita è pronto a fare sul serio e mettersi a disposizione del Bologna. E lo farà con la sua classica serenità e spensieratezza, pensando solo al calcio: "Sto facendo terapie, tra qualche giorno riprenderò a correre con la squadra, sto migliorando". Queste le prime parole del nuovo terzino del Bologna, presentato oggi alla stampa. Tra sorrisi e tanta consapevolezza nei propri mezzi, ma con l'immediato desiderio di recuperare dal leggero infortunio dopo il ritiro in Inghilterra. Sì, perché Keita arriva direttamente dal Birmingham, plasmato dalla sua ultima esperienza in Championship: "Arrivo qui per migliorarmi, devo crescere tanto. Sono un giocatore molto offensivo perché ho iniziato esterno d’attacco e adesso lavoro per migliorare la fase difensiva".

Un'amicizia speciale

Con la numero 33, Cheick Keita. Un ragazzo semplice, tutto Hip-Hop: cappellino con visiera piatta e cuffiette nelle orecchie. Ah, infanzia speciale la sua. I primi calci nella squadra XIX arrondissement di Parigi, dove è cresciuto fino a 14 anni. Poi il saluto a casa e la partenza verso Monaco, "che emozioni", soprattutto gli allenamenti con quella che fu la prima squadra di Claudio Ranieri. E allora via con Falcao e James Rodriguez, "fino all'amicizia con Mbappé, ma lui giocava con i ragazzi più grandi. Era già molto forte, non sono sorpreso del fatto che sia andato al Psg".

Obiettivi

Passando per Chiavari, un anno in Primavera e poi in prima squadra con la Virtus Entella. E adesso l'obiettivo di sviluppare la propria fase difensiva sotto la guida di Donadoni: "Sono un giocatore molto offensivo perché ho iniziato esterno d’attacco e adesso lavoro per migliorare la fase difensiva". E come sarà la convivenza con Masina? "Ho molto rispetto per lui, è un grande giocatore, ci giocheremo il posto e io sono a disposizione del mister. Quando sarà il mio turno sarò pronto", queste le parole di Keita nella sua conferenza di presentazione a Casteldebole. Con un'immensa voglia di segnare subito in rossoblù, magari esultando con la DAB Dance e con il desiderio di stare sempre vicino alla sua famiglia.

I compagni

Keita è arrivato a Bologna nelle ultime ore di mercato. Dall'Inghilterra di nuovo in Italia, assieme a dei compagni nuovo, "anche se conosco bene Taider, De Maio, Di Francesco e Petkovic". E adesso pronto a regalare a Donadoni la sua propulsione offensiva, con la sua nuova numero 33.

I PIU' VISTI DI OGGI