Chievo, Maran: "Quando è entrato Dybala è finita la partita"

Serie A
Rolando Maran, allenatore del Chievo (Getty)
maran_chievo_getty

"La prestazione non è da buttare". Queste le parole dell'allenatore gialloblù a fine gara, su Sky Sport: "E' entrato l'argentino e la gara è terminata, ma abbiamo messo in difficoltà la Juve creando molte occasioni". Sorrentino: "Contento per la 200a presenza in Serie A. Dybala? Un campione"

Troppa Juve. La spiegazione può essere questa: Chievo coraggioso, mai rinunciatario, ma la qualità dei bianconeri è uscita fuori alla distanza, soprattutto con l'ingresso di Dybala nel secondo tempo. Prima l'autogol di Hetemaj dopo pochi minuti, poi le reti di Higuain e Paulo Dybala nella ripresa. Questa la sentenza dell'Allianz: tris della Juve al Chievo di Maran, che a fine gara - ai microfoni di Sky Sport - ha commentato così la prestazione dei suoi ragazzi. 

"Dybala? Entrato lui, è finita la partita"

Cosa è mancato? "Siamo delusi, tre reti sono esagerate. Fino al 2-0 abbiamo creato molto, anche con Pellissier. Non siamo riusciti a concretizzare, a mettere la convinzione giusta. Abbiamo creato molte situazioni, ma eravamo poco convinti. Abbiamo pensato che fosse più difficile del previsto, è un peccato. Poi siamo andati sotto per un autorete, è entrato Dybala e non siamo più riusciti a fare nulla. Bisogna capitalizzare". Sull'argentino: "E' riuscito a toccare molti palloni, per noi è stato più difficile, dovevamo concedere più spazi a un giocatore così perché stavamo attaccando. Fino al secondo gol siamo stati in partita, questo sì. Dobbiamo lavorare molto sulla prestazione, è stata buona, per me abbiamo concesso poco. Costruire qualcosa contro la Juve non era affatto semplice". E ancora: "Abbiamo cercato di fare la partita, per me è un sinonimo di crescita. Abbiamo creato e subito poco per me. Poi è entrato Dybala ed è finita la partita, ma in questi piccoli aspetti possiamo trovare positività".

Gamberini: "Dybala un top player"

Buon primo tempo del Chievo, ma alla fine la Juventus ne fa tre. Queste le parole di Gamberini su Sky Sport a fine partita: "Risultato pesante, questa cosa ci demoralizza. Speriamo di analizzarla meglio e trovare aspetti positivi". Su Dybala, quest'oggi protagonista: "Neymar l'ho visto solo in tv, ma Paulo è un top player. Ha tutto davanti per diventare ancora migliore, è determinante. E' il 60% della pericolosità offensiva della Juve, quando c'è lui giocano meglio anche Higuain, Mandzukic e gli altri. Vedere la panchina della Juve era imbarazzante!".

Sorrentino: "Contento per la 200a in A"

Così Sorrentino su Sky Sport, alle 200 partite in Serie A: "E' un bel traguardo, peccato per il risultato. Quando è entrato Paulo per noi è stata notte fonda, fino a quel momento abbiamo gestito bene la gara senza fare barricate. Eravamo in partita, ma quand'è entrato Dybala è stato molto difficile". Paulo contro Messi: "E' un bel paragone, ora sta molto bene e può dire la sua. Sicuramente Paulo farà bella figura, dimostrando di essere un campione". Sull'autogol: "Peccato, Pjanic ha calciato forte ed Hetemaj ci ha messo la testa. Dietro di lui Castro era messo meglio ma sono frazioni di secondo, ora dobbiamo guardare avanti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche