Lazio, Inzaghi: "Inizia un ciclo di fuoco, dobbiamo tenere botta"

Serie A
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio (Getty)
inzaghi_getty

"Ci aspettano 5 gare intense, siamo sempre sotto esame. Ma vogliamo fare bene". Queste le parole dell'allenatore biancoceleste in conferenza: "Per Nani e Felipe Anderson serve ancora tempo. Immobile? Dipendiamo da lui. E complimenti a Murgia, ci ha regalato due grandi soddisfazioni..."

Dopo la vittoria col Vitesse e il turnover di Europa League, la Lazio riparte dal Ferraris. Gara ostica contro il Genoa di Juric, un allenatore che Simone Inzaghi "stima molto". Occhi puntati sulla Lazio e ciclo di fuoco in arrivo: "Ci aspettano 5 gare intense, teniamo botta". Da Nani alle condizioni di Felipe Anderson, fino alla difesa: le parole di Inzaghi in conferenza stampa. 

"Per Nani e Anderson serve ancora tempo"

"Siamo partiti molto bene, col piede giusto. Avremmo tante partita da giocare e sarà difficile, dovremo recuperare le energie fisiche e mentali. Dopo la partita col Vitesse ho avuto belle risposte, dovrò alternare i giocatori". Ora arriva il Genoa: "Non sarà semplice, Juric trasmette buone idee e tanta grinta, l'abbiamo provato con mano l'anno scorso. Avevamo trovato una squadra che stava molto bene, il Ferraris non è un campo facile, dobbiamo mettere in campo corsa, grinta e fame di punti. Di vittorie. Dobbiamo continuare così". Su Nani: "Ha avuto un brutto infortunio alla fine di luglio e non si è allenato, ci vorrà ancora un po' di tempo. Lavora due volte al giorno, è un ragazzo molto volenteroso e vuole lavorare. Stamattina ha fatto un po' di lavoro coi compagni, ma viene da una distorsione al collaterale e ci vuole tempo. Quando sarà pronto ci darà sicuramente una mano". Sulle parole di Lotito in settimana: "Faremo in modo di proseguire, maghi non esistono e sono d'accordo. Bisogna avere i giocatori. Sceglierli giustamente e farli giocare, conta chi va in campo e i miei ragazzi mi danno sempre garanzie".

"Immobile può migliorare. E Murgia..."

Nani, Anderson, Milinkovic, Luis Alberto e Immobile insieme? "Ci sto pensando, è vero. Ci vorrà un po' di tempo per averli tutti, ma ho avuto buone risposte col Vitesse. Voglio continuare così". Migliorarsi come sempre: "Non si finisce mai di imparare, ci sarà sempre tempo per farlo. In questi due anni ho avuto la fortuna di aver avuto un gruppo che mi ha seguito". E ancora: "Immobile? Può ancora migliorare, è un ragazzo che si applica ogni giorno. Noi dipendiamo da lui, è la nostra bocca da fuoco. Dobbiamo aiutarlo, Caicedo giovedì ha fatto molto bene. Aspettando il ritorno di Nani e Felipe Anderson". Sui giovani lanciati: "L'abbiamo dimostrato, i nostri ragazzi si sono meritati tutto questo. Murgia lavora tantissimo, tutti i giorni, si migliora. Ci ha dato due grandi soddisfazioni, dopo la Juve avrebbe meritato di giocare ma ci sono state altre esigenze. Ha aspettato un mese ma è rientrato alla grande, ci punto al 110%". 

"Inizia un ciclo di fuoco"

"Ora inizia un ciclo di fuoco, saranno 5 partite intense e battaglie da affrontare". Gli insegnamenti di Eriksson: "Ho cercato di prendere il meglio da tutti quelli che ho avuto". Pressione maggiore, forse: "Non è un problema, qui funziona così e si aspetta molto. Siamo sempre sotto esame, a Genoa giocheremo contro una bella squadra, stimo molto Juric. Dovremo fare una gara di corsa e aggressività". Esame per la difesa, come sta de Vrij? "Numericamente siamo in difficoltà, lui dovrà cercare di giocare più partite possibili. Mercoledì volevo farlo riposare, aveva l'influenza ma alla fine ha giocato. Vedremo se giocherà domani, ma penso che potrà aiutarci molto, è un grandissimo giocatore. Bastos sta giocando, col Milan è entrato bene, giovedì ha fatto qualche errore ma anche lui ci darà grandi soddisfazioni". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche