13 ottobre 2017

Torino, Lyanco ko. Su Twitter: "Mi sono rotto i legamenti della caviglia"

print-icon
lyanco_getty

Lyanco, difensore brasiliano del Torino (Getty)

Dopo una distorsione durante l'allenamento sostenuto in mattinata, il difensore brasiliano ha confessato attraverso i suoi canali social di essere dispiaciuto. Per Mihajlovic un’altra assenza che si aggiunge a quella già pesante di Belotti

Anche per il Torino si avvicina il momento di tornare in campo dopo la sosta per le nazionali, la squadra granata scenderà in campo domenica alle 15:00 contro il Crotone allo stadio Scida. Un'occasione per cancellare gli ultimi due risultati (contro Juventus e Verona) non molto positivi, ma in casa Toro le notizie non sono buone. Sinisa Mihajlovic perde infatti un'altra pedina importante della sua rosa; il difensore classe 1997 Lyanco si è infatti rotto i legamenti della caviglia e sarà per questo costretto a fermarsi. Una notizia delle ultime ore che costringerà l'allenatore a granata a rivedere i suoi piani per affrontare la formazione allenata da Nicola: a due giorni dalla partita in Calabria, il Torino era sceso in campo in mattinata al Filadelfia per una seduta tecnico-tattica di preparazione alla partita di domenica - come riporta il sito speciale del club.

L’infortunio durante l’allenamento del mattino

Quattro giocatori non hanno preso parte al lavoro con i compagni ma hanno sostenuto una sessione differenziata (ciascuno secondo un programma personalizzato): si tratta di Acquah, Barreca, Belotti e Obi. Proprio in quest’occasione, il difensore ha sofferto una distorsione alla caviglia destra che lui stesso ha poi confermato sui suoi profili social. "Sono molto triste ma voglio allenarmi per tornare il prima possibile a giocare per la squadra che amo", ha scritto il brasiliano su Instagram. Gli esami strumentali hanno quindi evidenziato la rottura dei legamenti, che essendo quelli della caviglia terranno Lyanco lontano dai campi per un numero di settimane molto inferiore si paragona l’infortunio a quello che riguarda i legamenti del ginocchio.

Altro ko dopo quello di Belotti

In attesa di esami più approfonditi, per capire quante settimane realmente Lyanco non potrà aiutare i suoi compagni, si può ipotizzare circa un mese di stop prima del rientro in campo per lavorare con i compagni. Nella giornata di domani, vigilia di partita, i calciatori svolgeranno la rifinitura consueta sotto gli occhi di Mihajlovic, prima di partire nel pomeriggio per Lamezia Terme e trasferirsi di lì a Crotone. Dopo Belotti, l'allenatore del Torino ha perso un altro giocatore importante che nelle ultime tre partite aveva guidato la difesa granata dimostrando di essersi inserito bene nel campionato italiano.

Abituatevi al meglio, su Sky è di serie

I PIU' VISTI DI OGGI