Roma, Moreno: "Abbiamo tutto per fare bene, Di Francesco fondamentale per noi"

Serie A
Hector Moreno, difensore della Roma (Getty)

Le parole del difensore giallorosso dopo la vittoria contro il Crotone: "Siamo una squadra forte, quello italiano è un campionato con tanta qualità e non puoi permetterti certi errori. Monchi mi voleva e ho accettato subito senza aspettare niente, se uno come lui chiama devi andare"

La gara vinta dalla Roma in casa contro il Crotone per 1-0 ha visto ancora una volta tra i protagonisti dell'ottima prestazione per quanto riguarda il reparto difensivo il messicano Hector Moreno. Dopo il successo di domenica in casa del Torino è arrivato anche quello contro la formazione di Nicola, stesso risultato e stessa prestazione ad alti livelli della difesa e dello stesso capitano del Messico, che all'indomani della partita ha parlato del suo momento di quello della squadra ai microfoni di Sky Sport.

"Contro il Crotone ho giocato la seconda gara da titolare e mi sono sentito ancora a mio agio - ha raccontato - qui mi trovo bene, alla Roma sono felice. Il clima e tutto quello che ho trovato qui è stato perfetto per me per adattarmi. L’allenatore e i miei compagni sono bravissimi e hanno avuto anche la pazienza di insegnarmi come lavorare in un calcio che non conoscevo. Ora noi abbiamo la miglior difesa della Serie A e credo che questo dipenda dal tanto lavoro che facciamo in allenamento durante la settimana. E’ un lavoro che non riguarda solo i difensori ma per tutti noi è importantissimo il lavoro che fanno gli attaccanti, che sporcano i palloni per la difesa e così agevolano il nostro lavoro".

Passando poi a parlare in generale della Serie A e delle avversarie di questa stagione, Moreno ha aggiunto: "La nostra squadra ha tutta la qualità per fare bene. Quello italiano è un campionato forte con tanta qualità. E' forte a livello fisico e mentale e non puoi permetterti certi errori. Io sono stato il primo acquisto di Monchi? Ero contento in Olanda ma volevo un’altra sfida dopo 5 anni. Dopo l'ultima partita giocata l’anno scorso mi hanno detto che Monchi mi voleva e ho accettato subito senza aspettare niente. Mi piaceva l’idea di vestire questa maglia ed è stato bellissimo quando Monchi mi ha chiamato. Se uno come lui nel calcio chiama, devi andare. In Italia di diverso c’è il lavoro difensivo, l'attenzione al dettaglio difensivo. E poi c’è tanto turnover ma è normale se giochi ogni tre giorni. Essere al top senza riposare a questi livelli non è possibile. Il lavoro che fa Di Francesco per noi importantissimo. Florenzi e De Rossi mi hanno insegnato anche un po' di romanesco, tipo 'Annamo a magna'…". Infine, sull’infortunio di Karsdorp, Moreno ha aggiunto: "Gli faccio l’in bocca al lupo, è forte e tornerà ancora più forte; ne sono convinto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche