Serie A: calendario, programma, orari dell'11^ giornata

Serie A
insigne_getty

Riparte la Serie A dopo il turno infrasettimanale che ha visto i successi di tutte le big. Domenica a pranzo Benevento-Lazio, alle 15 in campo il Napoli contro il Sassuolo. Lunedì sera Verona-Inter

LE PROBABILI FORMAZIONI

Il turno infrasettimanale ha mantenuto invariate le gerarchie in testa alla classifica, dove hanno vinto tutte le big. Adesso Napoli e Inter sono chiamate a confermarsi contro Sassuolo e Verona, uscite sconfitte e un po' più inguaiate dall'ultimo turno. Il Benevento cerca il primo punto del suo campionato in casa contro la Lazio.

BENEVENTO-LAZIO (domenica 29 ottobre ore 12.30, diretta su Sky Calcio 1 HD e Sky SuperCalcio HD)

Lazio e Benevento non si sono mai affrontate tra Serie A e Serie B; le due squadre si sono però incrociate una volta in Coppa Italia: vittoria 5-1 per la Lazio nel terzo turno dell’edizione 2008/09. I biancocelesti stanno vivendo la loro miglior partenza in Serie A sia per punti (25) che per reti segnate (26) e “gradiscono essere invitati a pranzo”: questo sarà il quinto incontro consecutivo giocato fuori casa nell’anticipo delle 12.30 e in questo parziale hanno perso solo una volta. Tuttavia la Lazio ha vinto solo uno degli ultimi quattro incontri giocati contro una neopromossa.

Il record negativo del Benevento è ormai noto: non era mai successo che una squadra perdesse tutte le prime 10 partite giocate in Serie A (superato anche il precedente primato negativo del Varese di un punto dopo 10 incontri, nel campionato 1965/66).

SPAL-GENOA (domenica 29 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Il Genoa non ha vinto nessuno degli ultimi quattro match di Serie A contro squadre neopromosse: nel parziale due pareggi, due sconfitte e ben 12 gol subiti. La Spal, invece, dopo aver conquistato quattro punti nelle prime due giornate, ne ha raccolto soltanto uno nelle successive otto. Attenzione se dovesse passare in vantaggio il Genoa, perché nulla sarà scritto: i rossoblu sono la squadra che ha perso più punti (8) da situazione di vantaggio, ma dal canto suo la Spal non ne ha recuperato nemmeno quando si è trovata sotto nel punteggio.

NAPOLI-SASSUOLO (domenica 29 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 1 HD)

L’unica vittoria del Sassuolo in otto match di Serie A contro il Napoli è arrivata il 23 agosto 2015 (2-1 il finale): era l’esordio di Maurizio Sarri sulla panchina azzurra. Sempre contro il Napoli, nel settembre 2013 al San Paolo, il Sassuolo ottenne il suo primo storico punto in Serie A, pareggiando con Zaza il vantaggio iniziale di Dzemaili.

Ben diversa la situazione in questa stagione, con il Napoli lanciatissimo in vetta alla classifica, imbattuto dopo 10 giornate (gli era successo solo 3 volte nella sua storia, in due casi fu scudetto a fine stagione) e che non ha subìto gol nelle ultime tre gare interne: non arriva a quattro partite casalinghe di fila con la porta inviolata in campionato da marzo 2011 (in quel caso furono 8). Dalla sua, il Sassuolo in questo campionato non ha mai realizzato più di un gol a partita, mancando l’appuntamento con il gol nel 50% delle gare fin qui disputate: nemmeno nella stagione d’esordio in A i neroverdi avevano segnato così poco.

Un’ultima curiosità: il Napoli ha trovato il gol con giocatori di 11 nazionalità differenti (record in questa Serie A), mentre il Sassuolo ha segnato tutte le sue cinque reti con i soli calciatori italiani.

CROTONE-FIORENTINA (domenica 29 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Solo tre reti nei due precedenti in A tra Crotone e Fiorentina: 1-1 all’andata a Firenze, 1-0 per gli ospiti al ritorno allo Scida. Le due sfide dello scorso campionato furono anche le partite in cui il Crotone concese più tiri: 26 in ciascuna (e nonostante ciò la Viola segnò appena un gol a partita).

Il Crotone ha segnato due reti in ciascuna delle ultime due partite casalinghe di campionato, dopo che era rimasto a secco nelle precedenti tre di questa stagione. La Fiorentina viene invece da tre successi consecutivi, tra cui le ultime due trasferte. Curioso il record di Babacar: i suoi due gol stagionali sono arrivati 1’48’’ e 2’17’’ dopo il suo ingresso in campo.

UDINESE-ATALANTA (domenica 29 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 3 HD)

L'Atalanta non vince in Friuli in campionato dall’ottobre del 2009: da allora, tre successi dell'Udinese e tre pareggi. Altalenante, però, il rendimento casalingo dei bianconeri, che nelle ultime cinque gare al Friuli hanno ottenuto due vittorie senza subire gol e tre sconfitte con almeno due reti concesse (11 in totale). L’Atalanta, invece, viene da due vittorie consecutive (senza subire gol), ma nonostante abbia segnato in tutte le ultime 14 trasferte di campionato, non vince da quattro gare esterne in A. Per Gomez, contro l’Udinese, una doppietta in carriera nel marzo 2013, che però resta l’unica partita su 10 totali contro i friulani in cui il Papu è andato in rete.

SAMPDORIA-CHIEVO (domenica 29 ottobre ore 15, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Sono 18 le reti segnate fin qui dalla Sampdoria: non ne segnava così tante, dopo le prime nove giornate, dalla stagione 1956/57 (21 in quell’occasione). I blucerchiati vengono da quattro successi casalinghi consecutivi in campionato e non arrivano a cinque vittorie di fila in casa da marzo 1991, anno dello scudetto. Il Chievo, invece, arriva da tre risultati utili di fila in trasferta e non hanno subìto gol nelle ultime due gare fuori casa.

Sfida a distanza tra Inglese, che ha segnato un gol in ognuna delle due sfide giocate contro la Samp (firmando in entrambe il gol del pareggio) e Quagliarella, che ha realizzato nove gol contro il Chievo in Serie A.

TORINO-CAGLIARI (domenica 29 ottobre ore 20.45, diretta su Sky Calcio 1 HD e Sky SuperCalcio HD)

Il Torino ha ottenuto solo due punti nelle ultime cinque giornate, nove in meno di quelli raccolti nelle prime cinque: è il calo peggiore tra tutte le 20 squadre del campionato. Anche il Cagliari ha avuto un rendimento negativo nelle ultime cinque (-3 punti rispetto alle prime cinque), ma viene da una vittoria dopo cinque sconfitte consecutive. "Eroe" del successo sul Benevento, Pavoletti ha fatto il suo esordio in A proprio contro il Torino nell’agosto 2013, con la maglia del Sassuolo: nessun gol in quel match, ma sia una rete che un assist in ognuna delle successive due sfide coi granata in campionato.

VERONA-INTER (lunedì 30 ottobre ore 20.45, diretta su Sky Sport 1 HD, Sky Calcio 1 HD e Sky SuperCalcio HD)

Il Verona non batte l’Inter in campionato dall’1-0 del febbraio 1992 (rete di Ezio Rossi): da allora, in 14 confronti, 11 vittorie nerazzurre e tre pareggi. L'Hellas ha subìto due o più gol in sette delle 10 gare giocate in stagione (primato negativo condiviso con Udinese e Benevento), tenendo la porta inviolata solo in tre occasioni. Quella gialloblu è anche la squadra che ha subìto più tiri nello specchio nel campionato in corso (68), mentre l’Inter la terza ad averne concessi meno (31). I nerazzurri hanno segnato più gol di tutti nell’ultimo quarto d’ora di partita (9); nei 15' finali, però, il Verona chiude la porta: solo un gol concesso finora.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche