Roma-Lazio, primo derby da dirigente per Totti: "Altra prospettiva, ma l'amore non cambia"

Serie A
Francesco Totti, ex capitano e ora dirigente della Roma (foto twitter OfficialASRoma)

L'ex capitano giallorosso ha affidato le sue sensazioni a Twitter: "Proverò sicuramente un'emozione nuova, quello che non cambia è l'amore per i colori giallorossi. Mi auguro che il derby sia una festa per lo sport che amo da sempre e che mai smetterò di amare"

Quello che si giocherà oggi sarà un derby di Roma speciale, la Roma e la Lazio sono pronte a tornare in campo divise da un solo punto in classifica - con i biancocelesti a 28 e giallorossi a 27. Ma sarà una gara speciale anche perché, per la prima volta, non vedrà tra i giocatori a disposizione Francesco Totti. Dopo l'addio al calcio dello scorso maggio il capitano ha quindi iniziato la sua nuova carriera nella dirigenza giallorossa, aprendo una nuova era che quest'oggi vivrà un nuovo capitolo. Lo stesso ex numero 10 della Roma ha però espresso le sue sensazioni attraverso i propri profili social e su Twitter ha scritto un breve messaggio riferito proprio all'importante partita che vedrà la squadra della sua vita affrontare quella allenata da Simone Inzaghi.

"Proverò emozioni nuove"

"Oggi proverò sicuramente un'emozione nuova - ha scritto Totti - dopo tanti derby sul campo vivo il primo da un'altra prospettiva, diversa e affascinante. Quello che non cambia è l'amore per questi colori. Mi auguro che il derby di oggi sia una festa per lo sport, il mio sport, il più bello, quello che amo da sempre e che mai smetterò di amare".  Poche parole per sottolineare sia l'entusiasmo in vista di questa nuova esperienza - per la prima volta lontano dal campo - in una gara tanto sentita, ma anche per chiedere ai tifosi di regalare a tutti gli amanti del calcio una serata indimenticabile anche dal punto di vista dello spettacolo.

44 partite e 11 gol contro la Lazio

Sono 44 le partite Totti contro la Lazio giocate da Francesco Totti, 11 i gol segnati e altrettante le esultanze che hanno segnato la storia del calcio italiano e non solo. Mai nessuno come lui, per questo il fatto che oggi l'ex capitano giallorosso veda il suo primo derby in giacca e cravatta segna a modo suo un nuovo capitolo della storia giallorossa. Per lui che ha giocato la prima gara contro la Lazio il 6 marzo del 1994, alla sua seconda stagione in giallorosso con Mazzone in panchina, a 17 anni. Poi i gol, le esultanze dedicate alla moglie ma spesso anche ai "cugini". Per Totti il derby è sempre stata una partita diversa dalle altre, quella che si vuole vincere sempre per la città, per la curva e per i tifosi; quella capace di tirare fuori qualcosa in più per permettere di avere la meglio sull'avversario. Parole dell'ex capitano che tra poche ore, 23 anni dopo, osserverà i suoi compagni dalla tribuna. Ma sicuramente, anche da quella posizione un po' più distante dal campo, non smetterà di spingere con il cuore e con tutte le sue energie la sua Roma.

Con Peruzzi nel ricordo di Gabriele Sandri

Una settimana dopo la ricorrenza del decennale della scomparsa del tifoso laziale Gabriele Sandri, proprio Francesco Totti (che ha rappresentato la delegazione romanista) ha trascorso alcune ore con Giorgio e Cristiano Sandri, padre e fratello di Gabriele. A rappresentare la Lazio era presente invece il team manager biancoceleste Angelo Peruzzi, ex compagno di Totti in Nazionale. Una vigilia di derby particolare, che ha unito i due club nel ricordo e nel rispetto dei valori dello sport. Anche il profilo twitter della Lazio ha testimoniato questo incontro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche