Juventus, la ricetta di Allegri in vista di Crotone, Napoli e Olympiacos: "Umiltà e giusta applicazione"

Serie A

L'allenatore bianconero traccia il percorso da seguire in vista dei prossimi impegni: prima della decisiva sfida contro l'Olympiacos la Juve affronterà il Crotone in casa e il Napoli al San Paolo, dopo Atene invece riceverà l'Inter all'Allianz Stadium

"L'umiltà e l'applicazione giusta: Atene è fondamentale ma lontana, prima pensiamo a Crotone e Napoli!". Massimiliano Allegri è soddisfatto del pareggio della sua Juve contro il Barcellona, ha avuto le risposte che probabilmente cercava e si aspettava. Una Juve che ha concesso poco ai blaugrana e che però ha impensierito Ter Stegen solo in un'occasione: "Ma il Barcellona difende bene quest'anno e nella ripresa ci ha concesso meno campo" - aveva ammesso ieri l'allenatore bianconero. Che poi aveva spostato il focus sui suoi: "Meglio essere meno belli ma più solidi". Già, la difesa: Allegri vuole che la Juve acquisisca nuovamente quelle certezze difensive che in questa prima parte di stagione sono venute meno. Da lì, secondo lui, passa anche una maggior fiducia in attacco: perché è vero che i numeri della Juve, in avanti, sono straordinari; ma era stato lo stesso Allegri a evidenziare il problema dei tanti gol sbagliati dopo la partita persa con la Sampdoria. Una partita che aveva fatto arrabbiare l'allenatore bianconero perché "non possiamo permetterci di prendere quei gol".

Juve, prima di Atene ci sono Crotone e Napoli

Un nuovo approccio, maggior concentrazione dietro. "Tutte le annate sono diverse, noi oggi dovevamo ripartire da una base: quella difensiva". Come farlo? Attraverso umiltà e applicazione, ecco il segreto espresso nel consueto tweet post-gara. Che come sempre guarda già avanti, ai prossimi impegni: Atene è lontana, sì, ma non lontanissima. Anche se prima i bianconeri affronteranno il Crotone allo Stadium e poi il Napoli, al San Paolo. La missione, tra le righe, è quella di non prendere gol. La partita contro Mertens, Insigne e Callejon sarà una sorta di battesimo del fuoco in questo senso: al San Paolo, nell'era Allegri, il bilancio della Juve in campionato è in perfetto equilibrio. Una vittoria, una sconfitta e un pareggio. Ma il gol subito è sempre arrivato. La settimana di Atene sarà quella che porterà anche a Juve-Inter: insomma, la Juve si gioca tanto ma Allegri sembra aver trovato la ricetta. All'inizio, forse, il sapore non sarà dolcissimo. Ma come ripete spesso in conferenza stampa e nelle interviste, è a marzo che cominceranno a sentirsene gli effetti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche