Roma, Nainggolan: "Sconfitta di Madrid? Niente drammi. Fisicamente sto bene e possiamo arrivare lontano"

Serie A

Tra il momento dei giallorossi in campionato e in Champions League e gli obiettivi futuri, il centrocampista della Roma ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport: "Niente drammi per la sconfitta di Madrid. Il gol nel derby? Se non avessi segnato Florenzi mi avrebbe mandato a quel paese…"

LE PROBABILI FORMAZIONI

Fattore determinante, sempre decisivo per la Roma. Dopo la straordinaria passata stagione nel modulo disegnato dall’ex allenatore giallorosso Luciano Spalletti, Radja Nainggolan si sta rivelando pedina fondamentale anche nello scacchiere di Eusebio Di Francesco, che ne ha arretrato il raggio d’azione. Intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport, il centrocampista belga ha parlato del suo momento personale e del periodo attraversato dalla squadra giallorossa, che viaggia a ritmi spediti in campionato dopo la bella vittoria nel derby contro la Lazio – anche grazie ad un suo gol - e che è invece reduce dalla sconfitta – che non dovrebbe comunque compromettere la qualificazione al turno successivo - nell’ultima giornata di Champions League contro l’Atletico Madrid. "La sconfitta di Madrid? Non bisogna fare grossi drammi, abbiamo affrontato una squadra forte ed esperta – ha spiegato Nainggolan -. Noi siamo ancora in corsa per passare il turno, questo è un grande obiettivo, considerando anche che quando sono stati sorteggiati i gironi in pochi avrebbero scommesso su di noi".

"Gol al derby? Se non segnavo, Florenzi mi avrebbe mandato a quel paese" 

"La vittoria nel derby? È una partita importante, ma per me le sono tutte. Certo, segnare è una bella sensazione. In quell’occasione ho provato a tirare, anche se avrei potuto passarla a Florenzi. Di sicuro, se non avessi segnato, mi avrebbe mandato a quel paese". 

"Mondiale senza Italia? Spero almeno di andarci io..."

Prima del derby Nainggolan ha accusato alcuni problemi fisici: il centrocampista ha assicurato di averli completamente superati. "Adesso fisicamente sto bene, nelle scorse settimane ho avuto un problemino e giocandoci sopra ne ho risentito – ha proseguito l’ex Cagliari -. Ora ci sono, sono a disposizione. Il nostro momento? Dobbiamo continuare così, ognuno sa il contributo che può dare alla squadra. Se andiamo avanti uniti in questo modo, sono convinto che si può arrivare lontano. Noi alla pari con Juventus e Napoli? Non dobbiamo guardare a quello, ci sono partite in cui ad esempio la Juve vince 2-1 con il Benevento, poi ci sono gli scontri diretti. Adesso dobbiamo pensare partita dopo partita, poi vedremo dove riusciremo ad arrivare". E in chiusura, oltre a una battuta sullo stadio di proprietà, un pensiero sui Mondiali ai quali non parteciperà l’Italia e che invece Nainggolan spera di giocare da protagonista. "Lo stadio di proprietà sarebbe una cosa positiva per tutti, spero si possa fare. Cosa penso di un Mondiale senza l’Italia? È molto strano, per me l'Italia è una seconda casa e avrei fatto il tifo anche per la Nazionale azzurra. Spero almeno di andarci io, sarei orgoglioso di rappresentare il Belgio. Ho avuto qualche difficoltà ultimamente e non sempre sono convocato, quindi nel mio caso sarà importante anche solo esserci".

Schick tornerà tra i convocati domenica contro il Genoa

Per ripartire dopo il ko in Champions a Madrid e proseguire senza sosta il cammino in campionato dando seguito alle ultime cinque vittorie consecutive, Eusebio Di Francesco contro il Genoa ha intenzione di schierare una Roma con quattro elementi differenti rispetto a quella scesa in campo al Wanda Metropolitano. Dovrebbero tornare dal primo minuto, infatti, De Rossi, Strootman, Florenzi ed El Shaarawy, out contro i Colchoneros. Nel solito 4-3-3, Di Francesco dovrebbe mandare in campo - davanti ad Alisson - Manolas e Fazio centrali di difesa, con Florenzi e Kolarov sulle fasce. Il trio di centrocampo dovrebbe essere composto da Nainggolan, De Rossi e Strootman, mentre Dzeko, terminale offensivo, dovrebbe essere affiancato da El Shaarawy e Perotti. Dopo il lungo stop per infortunio, tornerà tra i convocati anche Patrik Schick. 

Questa la probabile formazione della Roma contro il Genoa: (4-3-3) Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; El Shaarawy, Dzeko, Perotti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche