Cannavaro: "Volevo Icardi in Cina, ma è stato l'unico a dire no..."

Serie A

L'ex difensore azzurro è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport commentando la mancata qualificazione dell'Italia al Mondiale: "E' una sconfitta per tutti". E sulla questione Insigne: "Chi non gioca, in certi casi, ha sempre ragione"

PROBABILI FORMAZIONI

Dalla Nazionale alla favorite per lo scudetto, senza dimenticare un retroscena su Icardi. Fabio Cannavaro è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport commentando la mancata qualificazione dell'Italia al Mondiale: "E' una sconfitta per tutti. Adesso è il momento di cambiare, speriamo ci siano regole nuove e idee nuove. Io Ct? Non posso, sono sotto contratto. Ci sono altri allenatori più bravi di me e che hanno più esperienza di me". Secondo l'ex difensore azzurro il nostro calcio ha iniziato a guardare troppo all'estero: "Abbiamo smesso di pensare a casa nostra, cercando di imitare dei modelli di altre federazioni quando. In Italia abbiamo sempre avuto la nostra cultura, le nostre idee". 

"La Juve ha problemi in difesa, Insigne fa cose straordinarie"

Non solo Nazionale, Cannavaro ha detto la sua anche sulla corsa scudetto: “Credo che la Juve abbia problemi in difesa. La Roma? All'inizio magari ha faticato, poi la squadra è venuta fuori. Per me Di Francesco è un tecnico bravissimo. La rosa ha valori importanti e se quest'anno è andata bene lo deve al fatto che ha cambiato allenatore” – ha spiegato-. E su Totti: “Non è mai stato un peso, l'anno scorso forse la sua immagine era pesante, quest'anno ha cambiato ruolo”. Chi sembra in difficoltà in questo inizio di stagione è il Milan. Per Cannavaro la società rossonera deve avere pazienza: “E' una squadra in costruzione e, anche se ha cambiato proprietario, il marchio Milan è conosciuto in tutto il mondo. I dirigenti hanno fatto investimenti importanti, personalmente non li conosco, ma la campagna-acquisti lo testimonia”. Sulla capolista Napoli, Cannavaro ha le idee molto chiare: “Ha maggiore consapevolezza dei propri mezzi: è un anno importante, la squadra ha capito come vincono le partite sulla carta più semplici. Insigne? Sta facendo cose incredibili, può risolvere le partite in qualsiasi momento. Il suo mancato impiego in Nazionale? Chi non gioca in certi casi ha sempre ragione».

"Icardi? L'ho chiamato, ma ha detto di no..."

Infine, parlando di Inter, Cannavaro rivela un curioso retroscena con Icardi: "Mi sono sentito una volta con lui perché l’anno scorso cercavamo un attaccante, ho fatto qualche telefonata e lui è stato l’unico che mi ha detto di no".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche