Spal, Semplici: "Periodo di adattamento finito, ora voglio i punti. Con il Verona importante ma non decisiva"

Serie A
semplici_spal_getty

Le parole in conferenza stampa dell’allenatore della Spal in vista della sfida salvezza contro l’Hellas Verona: "I ragazzi sono consapevoli della posta in palio: siamo pronti"

SERIE A, TUTTE LE PROBABILI FORMAZIONI

Pensiero chiaro e diretto, contro l’Hellas Verona non si può sbagliare: parola di Leonardo Semplici. In vista del delicatissimo scontro salvezza in programma al Mazza contro la squadra di Fabio Pecchia, l’allenatore biancazzurro non ha voluto usare mezzi termini per spronare i suoi. "Il nostro momento? Stiamo pensando solo ed esclusivamente all’Hellas Verona – ha detto Semplici in conferenza stampa -, abbiamo lavorato duramente e ci siamo preparati con l’obiettivo di disputare una bella partita. Sopra ogni altra cosa, però, vogliamo portare a casa punti importanti: i miei ragazzi sono consapevoli di quale sia la posta in palio  in questa gara e sanno cosa devono fare per avere la meglio di questo avversario. Sin dall’inizio proveremo a fare la partita e a mettere i nostri attaccanti nelle condizioni di segnare. Adesso non mi interessa la prestazione dei singoli, ma quella della squadra, perché veniamo da un periodo di adattamento ormai finito. E’ arrivato il momento che escano fuori le qualità del gruppo".

Antenucci sta bene, anche Floccari ok. Pazzini in campo? Io mi interesso della mia squadra

Ancora dubbi di formazione, chi potrebbe nuovamente partire dal primo minuto in attacco accanto a Paloschi e Mirco Antenucci, ristabilito dopo l’infortunio al polpaccio che lo ha tenuto fuori nelle ultime settimane. "Antenucci sta bene, tornato con noi da una settimana. Lo stesso vale anche per Floccari, quindi dovrò fare delle scelte – ha spiegato l’allenatore della Spal - senza ovviamente dimenticare gli altri attaccanti a mia disposizione. In difesa mancherà Felipe per squalifica, mentre Salamon ha recuperato. Che Verona mi aspetto? E’ una squadra che fuori casa sta impressionando forse più che al Bentegodi. Hanno dei  valori, oltre che tanta esperienza e qualità. Sarà una gara difficile, ma io sono sereno perché la mia squadra ha fatto tesoro degli errori commessi fino a questo momento. Se mi aspetto di trovarmi di fronte Pazzini? Che lui ci sia o meno cambia poco, io mi interesso solo della mia squadra. Dovremo rispettare l’avversario, ma non per questo dovremo affrontarlo con timore. Quindi sarà importantissimo l’approccio alla partita".

Non parlo di arbitri. Lotta salvezza? Pensiamo solo a noi stessi

Dopo le polemiche del ds biancazzurro Vagnati in seguito agli episodi arbitrali di Roma-Spal, ad arbitrare la sfida contro l’Hellas Verona sarà l’internazionale Rocchi. Di questo aspetto e della corsa per l’obiettivo salvezza ha parlato in chiusura Semplici. "Dopo la gara con la Roma la società ha ritenuto opportuno fare quelle dichiarazioni, ma all’Olimpico non abbiamo perso per colpa dell’arbitro. Noi non dobbiamo crearci nessun alibi – ha concluso Semplici -, il nostro obiettivo dev’essere soltanto quello di giocare al meglio i prossimi 95′. E comunque non sono mai stato abituato a parlare degli arbitri e non inizierò ora a farlo. Sono certo che ognuno domani farà del suo meglio in campo. La corsa salvezza e i cambi sulle altre panchine? Spero che tutti questi cambi possano agevolarci, vuol dire che da altre parti ci sono dei problemi. Ma, come ho già detto, io devo solo guardare in casa mia. Fino ad oggi abbiamo trovato tante difficoltà, spero che questo ci possa spronare per migliorarci. Se il Benevento può rientrare in corsa? Non ci penso, lo ripeto: siamo concentrati solo sul Verona, una partita per noi importante ma non decisiva".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche