Juve, Allegri e le ''allegrate'' nei momenti cruciali: il cambiamento che porta benefici

Serie A
Allegri - LaPresse

L'allenatore della Juventus è maestro del cambiamento quando la stagione entra nel vivo. Lo fece due anni fa e anche nella scorsa stagione, è pronto a farlo anche quest'anno. Quando il cambiamento porta certezze e benefici

COPPA ITALIA, COSTA E MANDZUKIC MANDANO LA JUVE IN SEMIFINALE: TORO KO

Il Torino eliminato, la semifinale di Coppa Italia trovata. La Juventus riparte da queste certezze, dal meno uno al Napoli in campionato e dall'ottavo di finale del mese prossimo contro il Tottenham. Certezze legate ai risultati, non al modulo. Perché Massimiliano Allegri non ha ancora trovato la quadratura definitiva. O forse sì.

Centrocampo a tre

Sarebbe questa l'idea comprovata dalle ultime uscite della Juventus: quattro difensori, tre centrocampisti, tre attaccanti ''ad albero di Natale''. Un'idea, appunto, non una certezza. Dybala rende di più col 4-2-3-1, Verona lo ha dimostrato, facendo capire che la quadratura del cerchio, una nuova ''allegrata'' di Max Allegri non è ancora stata trovata. Un cambiamento che porta risultati, come fatto nelle ultime due stagioni.

Reggio Emilia, 28/10/2015

Il primo turning point, il punto di svolta della rincorsa bianconera 2015-2016: contro il Sassuolo, al Mapei Stadium il k.o. per 1-0 che allontana (quasi) definitivamente la Juventus dallo Scudetto. Arriva la sconfitta, arrivano le strigliate: Buffon, Evra, Allegri. Patto interno, si tenta la rimonta. Che nasce e si concretizza, con 15 vittorie consecutive, portando la vittoria del campionato e della Coppa Italia. Non una questione di modulo, ma di mentalità.

Firenze, 15/1/2017

La Juventus domina in Italia, Max Allegri punta all'Europa. Il 3-5-2 con cui si presenta contro la Fiorentina è la coperta di Linus dei bianconeri, battuti 2-1 dai viola. Allegri ci pensa, studia, riflette. Decisione presa, si passa al 4-2-3-1: in Italia la Juventus svolta definitivamente, in Europa trova l'assetto che può portare la Champions con Mandzukic esterno nei tre dietro a Gonzalo Higuain. Arriva lo Scudetto, arriva la Coppa Italia, poi la sconfitta a Cardiff in finale con il Real Madrid. 

Genova, 19/11/2017

Sembrerebbe essere già arrivato il momento di svolta, il turning point della stagione: il 3-2 di Genova contro la Sampdoria, la sconfitta della svolta. Senza però aver ancora trovato, a gennaio appena iniziato, il modulo definitivo. 4-2-3-1 o 4-3-2-1? Questione di uomini, di certezze, di assetto. Una breve modifica che incide sulla stagione, un cambiamento in un momento cruciale che può determinare l'andamento della stagione. Che riparte dal primato ad un punto, dagli ottavi di Champions League e dalla semifinale di Coppa Italia contro l'Atalanta. In attesa di... un'allegrata.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport