Sassuolo, domenica il Torino. Peluso: "Obiettivo salvezza, abbiamo fiducia"

Serie A
Federico Peluso, difensore del Sassuolo (getty)
federico_peluso_sassuolo_getty

Il difensore neroverde pronto per la sfida con il Toro: "Perdere Cannavaro un duro colpo, ma abbiamo trovato la quadratura giusta. La svolta dopo la Fiorentina, ma l'obiettivo resta la salvezza"

SERIE A, CALENDARIO E ORARI DELLA 21^ GIORNATA
CALCIOMERCATO, LE TRATTATIVE IN TEMPO REALE

Sosta terminata, anche per il Sassuolo è tempo di tornare in campo. Per i neroverdi la seconda del 2018 si giocherà in casa: di fronte il nuovo Torino di Mazzarri. L’obiettivo della squadra di Iachini è di dare continuità alle importanti prestazioni di dicembre, dimenticando il passo falso di inizio anno a Genova. In conferenza stampa ha parlato, a pochi giorni dal match del Mapei Stadium, Federico Peluso: “Dobbiamo ripartire anche da Genova perchè, nonostante non siano arrivati punti, la prestazione c'è stata - ha ammesso - Stiamo acquisendo fiducia in noi stessi e stiamo capendo cosa vuole il mister. L'obiettivo primario rimane la salvezza, fino a un mese fa la situazione era drammatica, ora siamo comunque in allerta perchè le squadre dietro sono vicine e si stanno rafforzando”. Sul suo futuro, poi: “Il mio contratto scade a giugno e penso di onorarlo, stiamo parlando con la società, la mia volontà è quella di trovare un accordo, valuteremo sia io che la società e faremo le nostre valutazioni. Intanto pensiamo a salvarci e poi si parlerà dei contratti”.

"Perdere Cannavaro un duro colpo. Abbiamo trovato la quadra giusta"

Sulla partenza di Cannavaro e Gazzola, Peluso ha detto: “Abbiamo perso due pedine fondamentali sia in campo che nello spogliatoio. Paolo aveva esperienza incredibile e forza nello spogliatoio, Marcello era un veterano del gruppo, perderli è stato un duro colpo, ma il calcio è questo, cercheremo di sopperire alla loro mancanza”. Dopo il Toro, anche l’Atalanta: “Vogliamo alzare la media punti in casa, come è normale che sia per una squadra che si deve salvare, vogliamo invertire l'andamento del girone di andata. Dove è arrivata la svolta? Credo che la partita che ci ha aperto gli occhi sia stata quella con la Fiorentina, che è stata una delle peggiori, per colpa nostra, perchè il mister era appena arrivato e di sicuro le sue idee non potevamo portarle in campo, ci siamo guardati negli occhi e abbiamo capito che bisognava cambiare”. Sulla solidità della difesa, infine: “Abbiamo trovato la quadratura giusta, la fase difensiva la fa tutta la squadra, anche le punte danno una grossissima mano. Poi credo che creiamo anche tante occasioni da gol, poi però spesso sbagliamo l'ultimo passaggio, quindi direi che siamo migliorati anche in fase offensiva. Tanti tiri verso la porta? Per fare gol bisogna verticalizzare, è il credo di Iachini e stiamo cercando di portarlo in campo”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.