Bologna, Orsolini si presenta: "A Bergamo poco spazio, voglio dare il massimo qui"

Serie A

Il nuovo acquisto del Bologna ha parlato in conferenza stampa: "Sapevo dell’interesse del Bologna da inizio mercato e ho gradito subito". Poi parola a Bigon: "Il suo arrivo non significa partenza di Verdi. Ci siamo rinforzati"

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 23^ GIORNATA

Giornata di presentazioni in casa Bologna. È toccato a Riccardo Orsolini, arrivato dall’Atalanta (via Juventus) presentarsi alla stampa e ai suoi nuovi tifosi. L’esterno offensivo classe ’97 è approdato in rossoblu con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore del Bologna e contro riscatto per i bianconeri: "A Bergamo sono stato bene, ringrazio l’Atalanta. Ma ho trovato poco spazio e ho deciso di cambiare. Il Bologna? Sapevo del loro interesse sin dall’inizio del mercato e ho subito gradito. Cercherò di dare il massimo per questa maglia – prosegue Orsolini – avevo già iniziato a seguirne le partite con attenzione e ho visto davvero una bella squadra. Le mie caratteristiche? Sono un esterno d’attacco a cui piace giocare la palla sulla destra, per poi accentrarmi. Ho corsa, tanta voglia: mister Donadoni è stato subito molto disponibile, penso sia la persona giusta per aiutarmi nella mia crescita calcistica. Questa avventura sta cominciando nel migliore dei modi". In attacco troverà un ascolano come lui, Mattia Destro: "Sono contento di aver trovato un mio conterraneo, spero che insieme potremo fare grandi cose".

Bigon: "Il Bologna guarda al futuro, ci siamo rinforzati"

Dopo Orsolini è stato il direttore sportivo Bigon a prendere la parola. Bigon ha tracciato un bilancio sul mercato rossoblu, concentrandosi su alcune situazioni in particolare: "Orsolini? Questa operazione dimostra che il Bologna guarda al futuro. C’è la possibilità che lui diventi nostro, per questo era fondamentale avere la possibilità del riscatto. Un suo arrivo non significa partenza di Verdi a giugno, perché oggi nessuno sa cosa succederà in futuro per nessun giocatore. È stato un mercato di pochi e giusti ritocchi – continua Bigon – in linea con il nostro obiettivo: guardare avanti, vi dico che abbiamo già messo in piedi un’operazione per un nuovo terzino a sinistra. Ci siamo rinforzati, vogliamo consolidare la nostra fascia di classifica e migliorarci ulteriormente: possiamo farlo". Bigon parla anche della mancata partenza di Donsah: "L’operazione non si è chiusa perché lui qui sta bene ed è contento. Noi non dobbiamo vendere per forza, non siamo in queste condizioni. Krafth? Nessuna offerta vera per lui, contenti che sia rimasto. Così come Masina e Keita: puntiamo su di loro. Palacio? Abbiamo un accordo di massima su cosa fare per il suo futuro, deciderà lui: noi lo aspettiamo". Infine, Bigon parla anche del suo futuro: "Il mio contratto in scadenza? Non ci penso, ho un ottimo rapporto con Fenucci e Saputo e lavoro come se dovessi stare qui ancora per 10 anni".

I più letti