Juventus, Matuidi stiramento? Allegri: "Out per la Champions"

Serie A

L'allenatore bianconero dopo la vittoria col Sassuolo: "Bisogna vincere il più possibile per restare in scia al Napoli che sta facendo un campionato straordinario. Matuidi difficilmente recupererà per la Champions, le altre sostituzioni fatte per precauzione. La squadra è in crescita, a Bergamo già avevamo fatto bene"

Vittoria netta, in goleada, contro il Sassuolo. Appena 27 minuti per chiudere la partita, tre gol in meno di mezz'ora per una domenica tranquilla. La Juventus travolge i neroverdi e continua la propria corsa: tripletta di Higuain, doppietta di Khedira e gol di Alex Sandro e Pjanic. Per la gioia di Massimiliano Allegri: "Mancano 15 partite alla fine del campionato, bisogna cercare di vincere il più possibile - ha dichiarato l'allenatore bianconero a Sky Sport - Il Napoli sta facendo un campionato straordinario, dobbiamo riuscire a restare in scia. Diventa anche una lotta mentale. Godiamoci questo 7-0, poi pensiamo alla prossima partita contro la Fiorentina, gara delicata perchè c'è anche una rivalità. La squadra cresce dal punto di vista mentale, oltre che fisica. Stiamo capendo quando c'è da attaccare la spina e poi quando staccarla, i ragazzi hanno fatto una grande partita a Bergamo martedì ed oggi c'era il rischio di rilassamento. Dopo il 2-0 c'è stato, abbiamo lasciato qualche palla lì. E venerdì ci sarà un'altra partita da vincere”.

Sospetto stiramento per Matuidi: "Out per la Champions"

La nota negativa riguarda gli infortunati. Barzagli, inizialmente inserito tra i titolari, ha lasciato spazio a Rugani a causa di un risentimento muscolare. Lo stesso Rugani e Khedira sono stati sostituiti nell'intervallo, ma solo per precauzione. Più preoccupante la situazione che riguarda Blaise Matuidi, costretto al 26' a lasciare il campo per far entrare Claudio Marchisio. Sospetto stiramento per il francese, che con ogni probabilità sarà costretto i prossimi impegni, tra cui quello in Champions League contro il Tottenham. “Matuidi difficilmente recupererà per la Champions, gli altri li ho tolti per precauzione - conferma Allegri - Barzagli aveva un risentimento, non l'ho fatto giocare per sicurezza. Poi bisognerà monitorare la situazione di Douglas Costa. Bernardeschi? Aveva una botta al ginocchio, bravi i medici a rimetterlo in piedi. Lui voleva giocare, ha fatto anche bene ed ha margini di crescita importanti".

"La condizione della squadra è in crescita"

Sulla condizione fisica della squadra: "Contro il Genoa abbiamo fatto bene all'inizio, poi abbiamo avuto delle occasioni per chiuderla. A Verona contro il Chievo siamo stati tragici, poi l'abbiamo portata a casa con pazienza. La condizione è in crescita, la partita di Bergamo ci ha dato stimoli importanti perchè questa squadra fa bene nelle partite che contano. Ma la stagione non è finita, 59 punti non bastano per vincere il campionato ed entrare in Champions League. Abbiamo staccato ulteriormente quelle dietro, bisogna guardare anche loro perchè tra cinque squadre una resta fuori. Oggi allungare su Inter e Roma è importante, nel calcio non si sa mai. Noi abbiamo lasciato anche dei punti contro Atalanta e Lazio sbagliato due rigori nel recupero, l'unico passo falso è stato quello con la Sampdoria".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.