Serie A: calendario, programma, orari della 24^ giornata

Serie A

Apre la giornata Fiorentina-Juventus, venerdì sera. Sabato in campo il Milan, ospite della Spal; alle 18 Crotone-Atalanta, in serata spettacolo con Napoli-Lazio. L'Inter ospita il Bologna, domenica alle 15; posticipo Roma-Benevento

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI

FIORENTINA-JUVENTUS (venerdì 9 febbraio ore 20.45, diretta su Sky Sport 1 HD, Sky SuperCalcio HD, Sky Calcio 1 HD)

Tre successi nelle ultime 32 sfide: questo il bilancio della Fiorentina contro la Juventus in Serie A. Va anche aggiunto che i bianconeri, di venerdì, sono imbattuti da 12 gare (8 vittorie e 4 pareggi), tra cui anche uno 0-0 proprio al Franchi contro i viola, nel dicembre 2014; al contrario, la Fiorentina di venerdì ha vinto solo una volta nelle ultime sette occasioni (quattro sconfitte e due pareggi). La squadra di Allegri arriva in grande forma, dopo i 7 gol al Sassuolo e l’ennesimo clean sheet della stagione: sono già 14 le partite senza gol incassati, ben tre in più rispetto a un anno fa a questo punto della stagione. Il motivo è semplice: la Juventus ha subìto solo 52 tiri nello specchio (record nei 5 principali campionati europei), appena 9 nelle ultime otto giornate. Considerando tutte le competizioni, poi, i bianconeri hanno preso un solo gol nelle ultime 15 partite. Sfida tra due veri “9” argentini: da una parte Simeone, che alla Juve segnò la prima delle sue tre doppiette in A (novembre 2016), dall’altra Higuain, che ha trovato il gol in ognuna delle ultime tre trasferte al Franchi.

SPAL-MILAN (sabato 10 febbraio ore 15, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Un Milan in netta ripresa: sono 5, ora, i risultati utili consecutivi in campionato (3 vittorie e 2 pareggi) e i rossoneri non arrivano a sei di fila dall’ottobre 2016. La Spal in casa invece ha pareggiato 4 delle ultime 5 gare, subendo sempre gol in questo parziale. A Ferrara, però, i rossoneri hanno una tradizione favorevolissima, non avendo mai perso nemmeno una partita nella loro storia: 8 vittorie e 8 pareggi. L’unico ko del Milan contro la Spal in Serie A è uno 0-1 (a San Siro) che risale al giugno 1957. Interessante il discorso sulle palle inattive, che la Spal soffre parecchio: tre degli ultimi cinque gol subìti sono arrivati proprio così (solo il Crotone ha incassato più reti da fermo, 16 a 14), per non parlare della gara d’andata, decisa addirittura da due calci di rigore (segnati da Rodriguez e Kessiè), che hanno contribuito a fare della Spal la squadra che ha subito più gol dal dischetto (6). Sempre a proposito di palle inattive: impossibile non citare Calhanoglu, da cui ci si aspetta ancora un colpo dei suoi. Intanto è il centrocampista che va più spesso alla conclusione in rapporto ai minuti giocati, con un tiro ogni 23'.

CROTONE-ATALANTA (sabato 10 febbraio ore 18, diretta su Sky Calcio 1 HD e Sky SuperCalcio HD)

Atalanta di nuovo ospite allo Scida, dove non gioca dalla stagione 2010/2011 (Serie B), quando finì 2-2. La sfida dello scorso campionato, infatti, fu giocata a Pescara. In Serie A, tre vittorie su tre confronti precedenti per i nerazzurri, che arrivano alla sfida avendo vinto le ultime due partite di campionato senza subire gol. Il Crotone invece viene da tre risultati utili consecutivi e in questo campionato non è ancora riuscito a inanellare quattro partite di fila senza perdere. Tradotto in punti, rispetto alla passata stagione a questo punto del campionato, il Crotone ne ha ben 7 in più mentre l’Atalanta ne ha 6 in meno. Occhio alle palle inattive: si affrontano la squadra che ha subito più reti sugli sviluppi di punizioni o corner (il Crotone, 16, di cui 7 da calcio d’angolo) e una delle migliori (con la Lazio) a sfruttare questo genere di situazione. Occhio al gran momento di Barberis, autore del pareggio contro l’Inter, che ha segnato due gol nelle sue ultime tre presenze in A dopo che non aveva mai trovato la rete nelle precedenti 46.

NAPOLI-LAZIO (sabato 10 febbraio ore 20.45, diretta su Sky Sport 1 HD, Sky SuperCalcio HD e Sky Calcio 1 HD)

Tra le squadre affrontate in Serie A da allenatore, il Napoli è quella contro cui Simone Inzaghi ha conquistato meno punti (solo uno in tre gare) e l’unica contro cui non ha mai vinto. Sarri invece, a una presenza dalle 100 panchine con il Napoli in A, ha vinto 5 delle 7 sfide di campionato da allenatore contro la Lazio, la squadra contro cui – dopo il Torino – ha ottenuto più vittorie. Il Napoli arriva da sette successi consecutivi in campionato e in quattro delle ultime cinque gare non ha subìto gol, mentre la Lazio ha sia segnato che subìto gol in otto delle ultime nove trasferte. Immobile contro il Napoli? Non benissimo, in carriera: un solo gol.

SASSUOLO-CAGLIARI (domenica 11 febbraio ore 12.30, diretta su Sky SuperCalcio HD e Sky calcio 1 HD)

Il Sassuolo ha raccolto solo due punti nelle ultime cinque giornate e in questo parziale per ben tre volte non ha trovato il gol. Sono infatti appena 14 i gol segnati dai neroverdi (peggio solo il Benevento, con 13), che non trovano quasi mai la porta nei primi tempi: nelle ultime 12 giornate un solo gol prima dell’intervallo, quello di Falcinelli contro l’Inter. Per cercare di curare il “mal di gol” è arrivato Babacar, che nel suo unico precedente contro il Cagliari ha trovato la rete. Sfida tra le due squadre che hanno mandato a segno meno nazionalità (2-1 per il Cagliari; nel Sassuolo solo gol italiani finora), ma anche tra le squadre che hanno segnato meno gol su palla inattiva (5-4 per il Cagliari).

CHIEVO-GENOA (domenica 11 febbraio ore 15, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Il Genoa ha conquistato 16 dei suoi 24 punti in campionato fuori casa (il 67%, un record in percentuale in questa Serie A), tuttavia in 8 occasioni (su 12 trasferte) in questo campionato non ha trovato il gol. Merito anche della difesa sistemata da Ballardini: dal suo arrivo sulla panchina del Genoa, i rossoblu hanno subito solo sei reti e in questo parziale ha fatto meglio solo la Juventus (4). Pochissimi anche i gol concessi di testa (3, meno di tutti): interessante il confronto con la squadra che, dopo l’Inter, ne ha segnati di più, proprio di testa (7). Non ci si aspetta certo gol di testa dal neo acquisto Giaccherini, che però ha segnato tre gol nelle ultime cinque partite contro il Genoa, tra cui l’unico realizzato con la maglia del Napoli.

INTER-BOLOGNA (domenica 11 febbraio ore 15, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Sfida "scacciacrisi". Di quella dell’Inter si è già detto tutto, o quasi. Ma non si può certo dire che il Bologna stia meglio. I nerazzurri vengono da otto incontri di campionato senza successi e in Serie A non sono mai arrivati a 9 partite consecutive senza ottenere una vittoria. Inoltre, nelle ultime 4 gare a San Siro, non hanno mai segnato più di una rete a partita dopo che nelle precedenti otto avevano mantenuto una media di 2.5 gol a incontro. Il Bologna invece ha subito almeno due gol in ognuna delle ultime cinque trasferte (12 nel parziale), perdendo tre delle ultime quattro. Sfida da ex per Rodrigo Palacio, 140 presenze e 39 gol in A con la maglia nerazzurra: per lui già due reti da avversario all’Inter, entrambe con la maglia del Genoa.

SAMPDORIA-VERONA (domenica 11 febbraio ore 15, diretta su Sky Calcio 3 HD)

La Sampdoria in casa ha ottenuto meno punti della sola Juventus: 26 contro i 31 dei bianconeri. I blucerchiati hanno inoltre il terzo miglior attacco in incontri casalinghi, con 27 gol. Sfida dei cross con il Verona che è la squadra che ha concesso più reti da traversone (11) e la Samp che ne ha costruiti ben 9 dalle fasce (meglio solo l’Inter, con 14). Ne approfitterà Duvan Zapata? La sua ultima doppietta risale al maggio 2014, proprio contro il Verona, mentre nei successivi tre incontri con i gialloblu è rimasto a secco.

TORINO-UDINESE (domenica 11 febbraio ore 15, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Grande equilibrio negli ultimi 15 incontri (6 vittorie a testa e 3 pareggi), ma anche tanti gol: nelle ultime quattro sfide ne sono stati segnati in media 4.8 a match. Il Torino viene da due successi casalinghi consecutivi, mentre l’Udinese, dopo cinque vittorie di fila, ha ottenuto un solo successo nei cinque incontri più recenti e non ha mai segnato più di un gol a partita. In generale però, dall’arrivo di Oddo, solo Juventus (28) e Napoli (25) hanno ottenuto più punti dell’Udinese (21). Scalpita Belotti, che nelle ultime quattro partite di campionato contro l’Udinese ha segnato tre gol e fornito un assist.

ROMA-BENEVENTO (domenica 11 febbraio ore 20.45,diretta su Sky Sport 1 HD, Sky SuperCalcio HD e Sky Calcio 1 HD)

Un solo precedente in A, il 4-0 per la Roma dell’andata. I giallorossi hanno vinto tutte le ultime nove partite contro squadre neopromosse, segnando almeno tre gol in sei occasioni. Nelle ultime nove partite di campionato, invece, la squadra di Di Francesco non ha mai segnato più di un gol a partita. Ancora a caccia del primo punto in trasferta il Benevento, che segna il 61.5% dei suoi gol da calcio da fermo. La Roma, però, da palla inattiva ne ha subiti appena 6. Non ci sarà Nainggolan, squalificato: da quando è arrivato alla Roma ha saltato solo 14 incontri, in cui la percentuale di vittoria è scesa 50% rispetto al 63% con lui in campo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport