Roma, Di Francesco: "Dubbi su De Rossi e Schick, ma spero in Daniele. Dobbiamo ambire alla Champions"

Serie A
Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma
SCREEN-DI-FRANCESCO

L'analisi dell'allenatore giallorosso in vista della sfida col Benevento: "Dobbiamo qualificarci in Champions. De Rossi e Schick faranno un provino, spero di averli. Gli attaccanti devono sbloccarsi, ho fiducia in Dzeko e spero segni il prima possibile. Bruno Peres? Spero sia l'ultimo episodio"
 

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI

La Roma vuole uscire ufficialmente dalla crisi. Dopo la vittoria contro l'Hellas nell'ultimo turno, i ragazzi di Di Francesco cercano i 3 punti all'Olimpico contro il Benevento, dove non vincono dal 16 dicembre dell'anno scorso. Testa alla vittoria contro i campani e alla Champions: "Dobbiamo ambire alla qualificazione, è un nostro obiettivo di inizio stagione".  Le parole di Di Francesco.

"De Rossi e Shick in dubbio..."

"De Rossi e Schick faranno un provino e potrebbero esserci. In particolar modo De Rossi, perché abbiamo poche soluzioni a centrocampo come sapete. La Roma è sempre a trazione anteriore, come mentalità e come idea. A volte vinciamo e a volte no. Cerchiamo l'equilibrio di squadra. De Rossi non ci sarà dal primo minuto, potrebbe essere una soluzione a gara in corso. Questa squadra crea gioco e ha un'identità, è importante. E' ovvio che cattiveria e determinazione vengono fuori dal carattere. Dobbiamo ritrovare quella cattiveria sotto porta. Guardate Under, dopo il gol al Verona l'ha trovato anche in allenamento. E' fondamentale sbloccarsi. Vale lo stesso per Dzeko, mi auguro che un gol fortunoso possa aiutarlo". Un pensiero anche su Gerson: "Non è stato un fuoco di paglia, è un calciatore offensivo. Deve leggere prima determinate giocate e innamorarsi meno della palla. È cresciuto come continuità fisica e nello stare in partita. Non si deve fermare, spero giochi ad alti livelli". 

"Dobbiamo ambire alla Champions"

Dobbiamo ambire ad ottenere la qualificazione in Champions, era un obiettivo di stagione. Abbiamo anche gli ottavi da giocare. Ma al tempo stesso dobbiamo fare punti in Serie A. Oggi è difficile parlare di qualcosa in più del terzo posto, è ovvio. Dobbiamo migliorare la fase offensiva, cercando poi di migliorare anche i nostri obiettivi, che sono alla portata". Su Gonalons: "Difficilmente verrà recuperato per la gara con lo Shakthar. Dzeko si allena bene, sono convinto che ritroverà il gol perché abbiamo bisogno". Un commento su Defrel: "Deciderò oggi chi sarà l'interprete come esterno, magari con compiti differenti rispetto a Nainggolan". 

"Defrel o Perotti come trequartista"

Sulla formazione: "Nel ruolo di trequartista giocheranno Perotti o Defrel. Diego ha fatto anche il falso 9 qui a Roma, è abituato a giocare in zona centrale. Deve essere bravo a smarcarsi tra le linee per gli uno contro uno". Sull'ipotesi di Fazio playmaker: "Ci ha giocato a Siviglia? 10 anni fa? Mi volete far sbagliare per forza... non mi piace inventare, ci dovrebbe essere una moria. Mi piacciono i giocatori che hanno un ruolo determinato, magari potrà farlo benissimo o il contrario, dico solo che Fazio sta bene dove sta, ovvero in difesa".

"Bruno Peres? Spero sia l'ultimo episodio"

Un commento anche sull'incidente di Bruno Peres, non convocato per la gara con il Benevento: "È stato un episodio preso come quello di Nainggolan. La differenza è che sono visti in modo diverso. Per crescere serve un'unica direzione, abbiamo scelto di escluderlo e di multarlo. Credo che per poter crescere e migliorare ci voglia tempo e si debba passare per questi episodi. Mi auguro che sia l'ultimo. Questi errori non sono ammessi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.