Juventus, Allegri: "Higuain da valutare, Matuidi titolare. Bernardeschi, possibile operazione"

Serie A
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus (foto twitter @juventusfc)

Una settimana dopo la vittoria nel derby i bianconeri tornano in campo: "Difficilmente il Pipita sarà della partita, questa settimana ha lavorato a parte così come De Sciglio e Cuadrado. Dybala? E' impensabile che possa giocare per 90 minuti tutte le prossime tre gare. Va gestito al meglio"

Una settimana intera per lavorare come non accadeva da tempo, la Juventus ha archiviato il successo nel derby contro il Torino ed è ora concentrata solamente sull'Atalanta. Domani alle 18 squadra in campo all'Allianz Stadium nella partita valida per il campionato, mercoledì prossimo poi nuovo incrocio in Coppa Italia, in una sfida che deciderà la prima finalista della competizione. Massimiliano Allegri può contare su recuperi importanti - Dybala su tutti - e non vuole vedere cali di concentrazione da parte dei suoi calciatori. I bianconeri sono in corsa sui tre fronti e una bella vittoria contro i bergamaschi permetterebbe loro di non perdere contatto con il Napoli e di avvicinarsi al meglio anche al prossimo impegno europeo contro il Tottenham. Queste le parole dell'allenatore bianconero in conferenza stampa.

Sugli infortunati

"Per quanto riguarda gli infortunati, Higuain è da valutare perché non si è mai allenato. Bernardeschi fra 20 giorni verrà rivalutato per capire se la terapia conservativa avrà dato i suoi effetti, poi si deciderà se operarlo o no. Matuidi e Mandzukic sono ok come Howedes. Cuadrado sta lavorando ma il rientro è lontano. Barzagli sta bene e tutti gli altri sono disponibili. Dybala? Ieri l'ho provato prima punta e abbiamo tante partite, è impensabile che possa giocare tutte le prossime gare complete, devo trovare il modo di utilizzare tutti nella maniera migliore perché questo è il momento decisivo. Bentancur titolare? Devo valutare, dovrebbero esserci Matuidi e Pjanic con uno tra lui, Sturaro e Marchisio. Rodrigo mi ha molto sorpreso per come si è calato nella mentalità italiana; sono due anni che non fa una vacanza, gioca sempre e ci sta anche un calo. Ma ha grandi qualità e sarà importante".

Sul momento e sull'avversario

"Domani è una gara in cui il centravanti potrebbe fare il regista, potrebbe anche farlo Dybala. Vediamo - ha continuato Allegri - rispetto al Napoli noi avremo più partite da qui a fine stagione. Questa settimana sembra che arriviamo da una sosta e la squadra così patisce di più la distanza dalla data della partita. Non ci vuole molto per preparare una gara, quello che conta è il recupero mentale e fisico. E' necessario esserci con la testa, si richia che il gruppo stacchi la spina". Ancora sulla formazione: "Buffon domani gioca dopo il riposo della scorsa settimana. In difesa rientra Lichtsteiner e giocherà uno tra Rugani e Benatia. Voglio fare i complimenti all'Atalanta per quanto fatto in Europa. Dispiace siano usciti loro e il Napoli, i nerazzurri vorranno rifarsi subito. Sono una squadra fisica, difficile da affrontare, che gioca bene. Servono pressione e intensità per arrivare alla fine di questo ciclo al meglio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.