user
25 febbraio 2018

Sassuolo-Lazio 0-3, doppietta di Milinkovic-Savic e rigore di Immobile. Gol e highlights

print-icon

Lazio senza problemi contro il Sassuolo: una doppietta di Milinkovic-Savic e un rigore di Immobile regalano a Inzaghi la vittoria 0-3 al Mapei Stadium e il controsorpasso Champions ai danni dell'Inter. Cartellino rosso per Berardi e Marusic

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI SASSUOLO-LAZIO

SERIE A, CLASSIFICHE E RISULTATI

PAGELLE SASSUOLO-LAZIO

Sassuolo-Lazio 0-3

7' e 47' Milinkovic-Savic (L), 31' rig. Immobile (L)

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Adjapong, Acerbi, Peluso, Rogerio; Missiroli, Magnanelli (85' Sensi), Mazzitelli; Berardi, Babacar, Politano (70' Ragusa). All. Iachini

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Luiz Felipe, Radu; Marusic, Murgia, Leiva (60' Parolo), Milinkovic-Savic, Lukaku (60' Lulic); Felipe Anderson; Immobile (82' Nani). All. Inzaghi

Espulsi: Berardi, Marusic.

Ammoniti: Berardi, Lucas Leiva, Lukaku, Missiroli, Rogerio, Wallace.

Primo tempo

All’andata all’Olimpico era finita 6 a 1 per la Lazio. La vittoria al Sassuolo manca da sette giornate e la Spal, terzultima in classifica è distante solamente tre punti. La Lazio dopo la vittoria con qualificazione in Europa League contro la Steaua Bucarest deve conquistare i tre punti per rispondere alla vittoria dell’Inter e per superare momentaneamente in classifica la Roma, impegnata nel posticipo serale contro il Milan. Iachini con il consueto 4-3-3 con Adjapong al posto di Lirola in difesa e Mazzitelli preferito a Duncan a centrocampo. Inzaghi concede un turno di riposo a de Vrij, Parolo e Luis Alberto: Luiz Felipe, Murgia e Felipe Anderson in campo dal primo minuto. Prima del fischio d’inizio omaggio a Magnanelli, per le 400 presenze con la maglia neroverde. Al 5’ prima opportunità per la Lazio con un debole colpo di testa di Milinkovic-Savic su cross di Marusic che Consigli blocca agevolmente. Ma due minuti più tardi il serbo porta in vantaggio gli ospiti con un tiro da fuori area, leggermente deviato da Mazzitelli, che sorprende Consigli. E’ l’ottavo gol per il centrocampista della Lazio, che non segnava dalla doppietta al Chievo dello scorso 21 gennaio. Nessun giocatore ha segnato più gol con tiri da fuori area di Milinkovic-Savic nel campionato in corso. Al 20’ durissimo intervento in scivolata di Berardi ai danni di Radu: cartellino giallo per l'attaccante del Sassuolo che, diffidato, salterà il delicatissimo incontro in programma domenica prossima contro il Chievo. Al 23’ Berardi prova a farsi perdonare e lascia partire un sinistro da fuori area: Strakosha controlla con sicurezza. Al 27’ su un palleggio di Murgia nell'area del Sassuolo il pallone viene intercettato da Peluso. Dopo quasi due minuti il gioco si ferma e Manganiello, su segnalazione del Var Calvarese, va a rivedere l'episodio e concede il rigore, anche se dal replay non si riesce ad avere la certezza di un tocco di mano, tantomeno di un tocco volontario. Immobile al 31’ si presenta sul dischetto e batte Consigli, che aveva intuito la conclusione del capocannoniere della Serie A, ma il pallone gli passa sotto il corpo. Per il numero 17 della Lazio 23 gol in 23 partite, eguagliato il numero di reti dello scorso campionato. In questa Serie A Ciro Immobile ha segnato finora una rete ogni 85 minuti: è il rapporto più basso nei cinque maggiori campionati europei 2017/18. La Lazio ha ottenuto otto rigori a favore finora, record nel campionato in corso. Al 38’ Babacar va vicinissimo al gol dell’1-2 con  Luiz Felipe che anticipa il proprio portiere alzando il pallone a campanile, l'attaccante del Sassuolo, in maniera regolare secondo l’arbitro, riesce a portarlo via a Strakosha ma poi, a porta vuota, spedisce fuori da posizione favorevole. Il primo tempo termina con la Lazio in vantaggio 0-2, grazie alle reti di Milinkovic-Savic e Immobile su calcio di rigore.

Secondo tempo

Dopo due minuti del secondo tempo la Lazio chiude il match con il nono gol in campionato di Milinkovic-Savic, che di testa batte Consigli su assist di Felipe Anderson anticipando Adjapong e Peluso. Il serbo è il centrocampista più giovane ad aver segnato almeno nove gol nei cinque maggiori campionati europei 2017/18. Al 54’ cartellino rosso diretto per Berardi per un intervento su Radu, Decisivo il Var Calvarese anche in questo caso: l'attaccante del Sassuolo infatti, peraltro già ammonito, interviene in netto ritardo su Radu colpendolo duramente. In un primo momento Manganiello fischia la punizione e non mostra nessun cartellino: poi va a rivedere l'episodio ed estrae il rosso diretto per il colpo di Berardi dato col piede alto sulla gamba del difensore romeno: 4° rosso e 44° cartellino giallo per Berardi nei suoi 5 anni in Serie A. Dal campionato 2013/14 nessun attaccante ha ricevuto più espulsioni. Al 60’ doppia sostituzione per Lazio, con Inzaghi che inserisce Lulic e Parolo per Lukaku e Lucas Leiva. Al 58’ grande parata di Strakosha che si oppone con un tuffo a mano aperta al diagonale da distanza ravvicinata di Adjapong, servito da Politano. Al 62’ ingenuità di Marusic, che trattenuto da Rogerio, reagisce colpendo l'avversario con una gomitata in pieno volto. L'arbitro ammonisce il giocatore del Sassuolo ed estrae il cartellino rosso all'indirizzo dell’esterno della Lazio: squadre in 10 contro 10. Il serbo sarà squalificato per la partita contro la Juventus. Il Sassuolo con orgoglio prova a segnare almeno la rete dell’1-3: al 67’ Mazzitelli salta più in alto di Wallace ma il suo colpo di testa non inquadra la porta. Al 70’ Politano tenta una giocata personale: supera con un tunnel Immobile e poi calcia dal limite dell'area, palla che termina alta. Poche occasioni negli ultimi 20 minuti, da segnalare gli ingressi in campo di Ragusa e Sensi per Politano e Magnanelli nel Sassuolo e di Nani per Immobile nella Lazio e un altro episodio, stavolta nell'area della Lazio: su un cross dalla sinistra si scontrano Luiz Felipe e Missiroli che rimane a terra. Il pallone viene messo fuori per permettere i soccorsi al centrocampista, poi l'arbitro si consulta col Var e non fa alcuna revisione: però dal replay si vede non soltanto il gomito del difensore della Lazio sul volto di Missiroli, ma soprattutto il tocco con il braccio sul pallone dello stesso Luiz Felipe. Finisce 0-3 con la Lazio che controsorpassa l’Inter nella corsa Champions, il Sassuolo invece ha solamente tre punti di vantaggio sulla Spal terzultima.

SERIE A 2017-2018, TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi