Roma-Fiorentina 0-2, sesta vittoria consecutiva per i viola. GOL E HIGHLIGHTS

Serie A

Decidono le reti di Benassi e di Simeone. Palo di Dzeko nel primo tempo, traverse nella ripresa per Schick e Fazio. Pioli punta all'Europa League con la sesta vittoria consecutiva. Si complica invece la corsa Champions dei giallorossi

CLICCA QUI PER RIVIVERE ROMA-FIORENTINA

SERIE A, CALENDARIO E RISULTATI

ROMA-FIORENTINA 0-2

7' Benassi, 40' Simeone

TABELLINO

Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas (58' Kolarov), Fazio, Juan Jesus; Nainggolan, Gonalons, Strootman (68' Florenzi); Defrel (46' Schick), Dzeko, El Shaarawy. All: Di Francesco

Fiorentina (4-3-2-1): Sportiello; Laurini, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Dabo, Veretout; Saponara (69' Milenkovic), Eysseric (58' Gil Dias); Simeone (89' Falcinelli). All: Pioli

Ammoniti: 14' Vitor Hugo, 43' Laurini (F), 58' Dzeko, 75' El Shaarawy, 85' Kolarov, 90'+1 Bruno Peres (R)

Non era andata bene al Camp Nou alla Roma, e non va certo meglio contro la Fiorentina. Un palo di Dzeko, una traversa per Schick e una per Fazio. Un paio di miracoli di Sportiello sul bosniaco e Nainggolan - in campo di nuovo dal primo minuto - a divorarsi praticamente un rigore in movimento. Ne esce uno 0-2 bugiardo, e pieno di frustrazione per una squadra che continua a raccogliere pochissimo per quanto costruito. Per Pioli e i suoi sesta vittoria consecutiva, e l’Europa League è ora una realtà concreta da raggiungere a fine stagione. Decidono un gol di Benassi dopo 7’ e il raddoppio di Simeone poco prima dell’intervallo. Giallorossi ora nel mirino di Inter e Lazio, con solo uno e tre punti di vantaggio sulle inseguitrici, e il prossimo weekend sarà il momento del derby. La corsa alla Champions è apertissima. 

Radja c'è

La notizia più importante è arrivata anche nella distinta ufficiale giallorossa: Nainggolan c’è, e partirà titolare nel 4-3-3 di Di Francesco. Dopo il ko contro il Barcellona, e il ritorno all’Olimpico di martedì prossimo, la Roma deve pensare a blindare il posto Champions, con Inter (-1) e Lazio (-3) in agguato. A centrocampo, insieme al rientrante belga, ci sono Strootman e Gonalons. Cinque in totale i cambi rispetto all'undici di partenza del Camp Nou. Oltre a Nainggolan e Gonalons, anche Defrel e El Shaarawy, in attacco, a supporto di Dzeko (in gol anche in coppa). Novità anche Juan Jesus come terzino sinistro, in difesa con lui Bruno Peres, Manolas e Fazio.

Fiorentina senza Chiesa

Se la Roma scenderà in campo in difesa del posto Champions, la Fiorentina è alla rincorsa per il piazzamento Europa League, oltreché alla caccia della sesta vittoria consecutiva. Pioli è a pari punti con Atalanta e Samp, e sono tutte a -4 dal Milan. I viola scendono in campo con un 4-3-3 con Saponara e Eysseric a supportare Simeone punta centrale. Chiesa è squalificato. A centrocampo out per la terza partita consecutiva anche Badelj, a prenderne il posto c'è Dabo, con Benassi e Veretout (2 gol nelle ultime 3 partite di A per lui) in mediana. In difesa Laurini ha vinto il ballottaggio a destra su Milenković. Pezzella, e Vitor Hugo sono i centrali, mentre sull'altra fascia ci sarà Biraghi.

Benassi all’improvviso, Dzeko-palo

È durato appena sette minuti l’equilibrio all’Olimpico, con Benassi a trafiggere Alisson al primo vero squillo della partita. Decisiva una punizione dalla tre quarti di campo, guadagnata da Simeone per fallo (ingenuo) di Juan Jesus, e calciata verso il secondo palo con Saponara a raccogliere il pallone in area di rigore, seppure molto defilato. L’ex Empoli, scuola Milan, ci mette due tocchi per smarcare Benassi che calcia in rete di mancino. 0-1, ma la Roma non può certo permettersi di perdere punti decisivi nella corsa Champions, e la squadra di Di Francesco reagisce al meglio allo svantaggio. Al 9’ ci prova Strootman dalla grande distanza per il pari, ma Sportiello respinge bene. Passano pochi minuti e Manolas, su cross di Bruno Peres (partito molto bene), manca la porta di poco di testa. Dunque è il turno di Dzeko, che sfrutta una mezza papera di Sportiello (ostacolatosi in uscita alta con Pezzella) calciando a porta vuota ma da molto defilato: palo esterno e palla fuori. Viola avanti, ma la Roma c’è.

Massimo sforzo Roma, gioia Fiorentina 

È successo qualcosa di molto simile a quanto accaduto recentemente al Camp Nou nel primo tempo di Roma-Fiorentina, anche se con le ovvie e dovute proporzioni. In pratica gioca la Roma - a fine tempo con oltre il 65% di possesso palla - ma a segnare sono gli altri. Giò Simeone nel dettaglio: l’uomo giusto al momento giusto. Perché l'argentino al 40’ sfrutta un pallone recuperato alto su Dzeko e parte in uno contro contro Fazio. Il cholito si sposta il pallone sul mancino subendo però il ritorno anche di Bruno Peres in diagonale, e la dinamica del contrasto è un istantanea del momento sfortunato dei giallorossi: Fazio porta Simeone sull’esterno, l'attaccante viola rimbalza letteralmente spalla contro spalla con Peres e sguscia tra i due difensori di Di Francesco. Solo davanti ad Alisson l'attaccante di Pioli non fallisce l’appoggio in rete (terza rete consecutiva per lui, decima in A), e il punteggio dice 0-2 per i viola. Prima del raddoppio altra chance pericolosa per Dzeko, che sfonda sulla fascia sinistra e arriva a calciare in area: ancora bene Sportiello su di lui. Dunque al 38’ insidioso cross basso e teso di Bruno Peres (migliore dei giallorossi) che nessuno però intercetta a centro area. All’intervallo risultato bugiardo, e Schick è già pronto a fare il suo ingresso in campo nella ripresa.

Forcing Roma

Dzeko uno, Dzeko due e Dzeko tre. Dunque anche Nainggolan. Servirebbe quasi il pallottoliere per contare le occasioni da gol della Roma, tutte rigorosamente fallite. E tutte solo nei primi dieci minuti di ripresa. Il risultato continua ad essere bugiardo, per l'estremo cinismo (con un pizzico di fortuna nel raddoppio) dei viola, e per la mole di gioco costruito dai giallorossi. Pronti e via nel secondo tempo - dopo il cambio Schick per Defrel (malissimo l’ex Sassuolo) - la prima chance è per il solito Dzeko, che raccoglie un cross dalla sinistra in anticipo a centro area: volée quasi perfetta con risposta eccezionale di Sportiello. Poi, al 48’, il bosniaco continua a vestire i panni del grande centravanti, non fosse per la realizzazione finale. Spalle alla porta, il 9 della Roma, protegge palla da campione e arriva al tiro da pochi metri dalla porta, ma questa volta è Pezzella in spaccata disperata a salvare la rete. La terza occasione è su suggerimento di El Shaarawy, con l’esterno destro che finisce alto sopra la traversa. Finita? Neanche per idea, perché anche Nainggolan si divora l’1-2 tutto solo davanti al portiere su inserimento centrale. Ritmo forsennato dei giallorossi, ma i viola tengono.

Tutto per tutto Difra: 4-2-4 con Florenzi

Di Francesco prova dunque a cambiare ancora per tentare di riaprire la partita. La sua mossa si chiama Florenzi, che entra per Strootman, e il modulo diventa un 4-2-4 super offensivo con due punte e proprio Florenzi (con El Shaarawy a sinistra) sugli esterni. La contromossa di Pioli è Milenkovic, che entra per Saponara a fare il terzo centrale, con sempre Laurini e Biraghi sulle fasce: 5-4-1 viola con Simeone unica punta pronto a ripartire. L’innesto giallorosso funziona, e proprio su un cross di Florenzi Schick colpisce la traversa di testa in anticipo a centro area. Sfortuna? Per giudicare basti guardare i trenta secondi successivi, quando anche Fazio colpisce nuovamente il legno sugli sviluppi di un corner. Sono però queste - di fatto - le ultime occasioni per i giallorossi, stremati e senza forze per provare nuovamente a riaprire il match. Finisce 0-2 all'Olimpico. L'Inter può scavalcare la squadra di Di Francesco, e la Lazio pareggiare in classifica a quota 60 proprio prima del derby del prossimo weekend. Fiorentina alla sesta vittoria consecutiva - prima volta nella storia dagli anni Sessanta - e in piena corsa per l'Europa League.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.