Bologna, Donadoni: "Contro il Verona come leoni in gabbia"

Serie A
Roberto Donadoni, Bologna
donadoni_bologna

L’allenatore: "Abbiamo avuto un match point a Crotone, con il Verona ne avremo un altro e non dobbiamo farcelo scappare. Serve iniziare a raccogliere ciò che seminiamo. Questa settimana ho visto Destro più determinato"

5 PARTITE DA SEGUIRE NEL WEEKEND

Il Bologna vuole chiudere una settimana complicata con una vittoria contro l’Hellas Verona. Reduce dai giorni di ritiro e da una serie di partite senza vittorie, la squadra di Roberto Donadoni non può permettersi altri passi falsi ma deve riuscire a risollevarsi e concludere così nel modo migliore la stagione. Nella conferenza stampa pre partita l’allenatore ha ribadito questo concetto, concentrandosi anche sulla situazione degli infortunati e sulle possibili scelte di formazione. Queste le sue dichiarazioni: "Dobbiamo essere come leoni in gabbia pronti a uscire e scatenarsi - ha detto Donadoni - quella di domani contro la squadra di Pecchia è una partita importante. Abbiamo avuto un match point a Crotone, con il Verona ne avremo un altro e non dobbiamo farcelo scappare. Quello che dovremo fare noi è questo: serve iniziare a raccogliere ciò che seminiamo. Dobbiamo essere pronti a tutto e fare grande attenzione ai contropiedi: non farlo sarebbe un errore imperdonabile. Destro? Io vedo sempre i giocatori tutti i giorni e cerco di capire le loro sensazioni. Questa settimana Mattia l’ho visto più determinato. Settimana scorsa è stato condizionato da un piccolo problema fisico, ma ora è assolutamente a disposizione".

Il punto sui giocatori rossoblù

E ancora, sugli infortunati e su alcuni singoli: "Gonzalez è con noi da ieri, Kreijci ha avuto un problemino. Torosidis è anche lui fermo, vista forse l’età. Il problema maggiore lo ha avuto Donsah: spero recuperi velocemente, di solito è così. Palacio sta bene, può giocare anche largo nei tre d’attacco solo se ha il supporto giusto. Servirebbe grande compattezza, che gli permetterebbe quindi di correre e spendere meno. Queste sono partite in cui è fondamentale lo spirito di abnegazione da parte di tutti: ognuno deve dare il 110%. Petkovic ultimamente ha giocato meno, ma penso che la sua presenza sia stata importante a Verona. Sarà un bel momento per rivederci. Stessa cosa per Ferrari. Verdi è un giocatore che si esprime al meglio largo sulla fascia, anche se può interpretare bene il ruolo di mezza punta. Al di là del modulo i ragazzi devono dare il massimo: si può giocare sia con un trequartista dietro alle due punte, che con due esterni larghi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.