Fiorentina-Spal 0-0: tante occasioni, zero gol. Gli highlights

Serie A

L'anticipo delle 12:30 si chiude senza reti: Fiorentina e Spal pareggiano 0-0. Un risultato che non rende onore alle tante opportunità che hanno avuto le due squadre. Con questo risultato Pioli sale a 51 punti, ma interrompe la striscia di 6 vittorie consecutive. Punto utile in chiave salvezza per Semplici, che raggiunge quota 28

RIGORE CONTRO, IL CORO DELLA FIESOLE ALL'ARBITRO: "INSENSIBILE"

LE PAGELLE - IL TABELLINO

LA CLASSIFICA DELLA SERIE A

FIORENTINA-SPAL 0-0

Guardando il risultato di Fiorentina-Spal si potrebbe pensare, a primo impatto, a un match con poche occasioni, tra due formazioni che hanno pensato soprattutto a chiudersi piuttosto che a proporre gioco. Invece lo 0-0 maturato nell’anticipo delle 12:30 non rispecchia le tante occasioni costruite dalle due squadre. A dire il vero, è stata più la Fiorentina ad attaccare, con Chiesa e Simeone che hanno impensierito Meret nel primo tempo e con Biraghi e Gil Dias che hanno sfiorato il vantaggio nella ripresa. Forse, agli uomini di Pioli, è mancata quel pizzico di esperienza per concretizzare almeno una delle tante occasioni create. Del resto, la Fiorentina ha schierato contro la Spal la sua formazione iniziale più giovane in questo campionato (24 anni, 206 giorni). Nel primo tempo il controllo dei viola è quasi totale, al punto che la Fiorentina non subisce neanche un tiro nello specchio della porta dopo 45’ (è successo altre nove volte in questo campionato). La Spal invece ha subito più tiri in una prima frazione di gioco di questa Serie A soltanto contro la Roma (24). Il primo tempo è caratterizzato da un episodio arbitrale. Al 12’ Orsato prima assegna un rigore alla Spal per un fallo di Vitor Hugo su Felipe, poi decide di andare a consultare la Var a bordo campo. Dopo aver rivisto le immagini, l’arbitro annulla il rigore inizialmente concesso, per via di un fallo commesso dallo stesso Felipe su Pezzella. Si potrebbe pensare a un secondo tempo con la Fiorentina presto in vantaggio, invece i viola sprecano altre occasioni e non riescono a superare il muro della Spal. Finisce 0-0, con questo risultato Pioli sale a 51 punti, ma interrompe la striscia di 6 vittorie consecutive. Punto utile in chiave salvezza per Semplici, che raggiunge quota 28. Per la SPAL questo è il quinto pareggio consecutivo, record per i ferraresi in Serie A. La Fiorentina ha pareggiato cinque degli ultimi sette incontri di Serie A giocati alle 12:30.

 

Secondo tempo

La ripresa si apre con una sostituzione. Semplici è costretto a cambiare Costa con Mattiello. Costa non riesce a rientrare in campo a causa di una botta subito sul finire del primo tempo. Nessuna sostituzione invece nella Fiorentina, che torna in campo con la stessa formazione del primo tempo. Al 56' arriva il secondo cambio della Spal: entra Paloschi al posto di uno spento Floccari. Al 57' arriva la prima occasione della ripresa con una grande azione di Lazzari, che vede Antenucci attaccare lo spazio. Il numero 7 della Spal mette in mezzo, dove però non c'è nessuno pronto per la deviazione. Al 67' grande occasione per la Fiorentina: Biraghi crossa dalla bandierina, trova Pezzella, che stacca altissimo di testa ma manda alto il pallone. Tre minuti dopo Chiesa sfiora il gol con un grande sinistro a giro che termina fuori. Al 77' grande lavoro di Falcinelli in area, che appoggia per Biraghi: l'ex terzino del Catania calcia alto da due passi, altra occasione sprecata per la Fiorentina. A sette minuti dalla fine si rivede la Spal: Viviani batte direttamente in porta da calcio di punizione, Sportiello non trattiene, ma Felipe non ne approfitta per ribadire in rete. Gil Dias entra al posto di Biraghi e colleziona due buone occasioni, sprecate in malo modo. L'ultima grande opportunità per la Fiorentina arriva nel recupero: Chiesa sulla sinistra salta Lazzari e mette in mezzo per Pezzella, che sbaglia completamente con il mancino. Il match termina 0-0.

 

Primo tempo

La Fiorentina parte forte. Dopo appena due minuti affondo di Chiesa sulla destra, cross in mezzo su cui però non riesce ad arrivare Biraghi. Ancora Chiesa pericoloso al 3’: tunnel all’avversario e nuovo cross in mezzo, ma questa volta Vicarie riesce a intervenire. Fiorentina arrembante, che colleziona occasioni su occasioni. al 4’ calcio di punizione battuto da Saponara, che batte sul secondo palo per Milenkovic: il difensore serbo non arriva sul pallone. Al 12’ primo episodio chiave del match. Orsato prima concede un calcio di rigore alla Spal per un fallo di Vitor Hugo su Felipe in area. Poi decide di andare a consultare in prima persona la Var a bordo campo. Dopo aver rivisto le immagini, l’arbitro annulla il rigore inizialmente concesso, per via di un fallo commesso dallo stesso Felipe su Pezzella. La Fiorentina reagisce con una buona occasione al 12'. Ancora una volta è Chiesa l'uomo più pericoloso, con un cross interessante su cui non arriva Simeone per un soffio. Saponara spreca una buona occasione al 27': riceve palla dall'interno dell'area di rigore, trova lo spazio per la conclusione, ma il tiro di prima intenzione finisce a lato. Biraghi impegna Meret al 36' con un sinistro potente ma poco preciso, il portiere della Spal respinge senza grandi difficoltà. L'uomo più pericoloso è sempre Chiesa: il "figlio d'arte" al 41' conquista palla in posizione centrale, scambia con Saponara e calcia con un destro fantastico dalla distanza. Meret strepitoso vola e mette il pallone in calcio d'angolo. Sull'azione seguente cross al volo ancora di Chiesa, Simeone sfiora soltanto il pallone, ma senza riuscire a indirizzarlo verso la porta.

 

Così in campo

Fiorentina (3-5-1-1): Sportiello; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo; Chiesa, Benassi, Dabo, Veretout, Biraghi; Saponara; Simeone. All. Pioli

Spal (3-5-2): Meret; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Everton Luiz, Viviani, Vitale, Costa; Floccari, Antenucci. All. Semplici

I più letti