Inter, Icardi: "Orgoglioso della fascia, spero di restare qui. Sogno il Mondiale"

Serie A
Mauro Icardi, capitano dell'Inter (foto getty)

Il capitano dell'Inter ha concesso una lunga intervista a Olé: "Avere tagliato il traguardo dei 100 gol con questa maglia è una soddisfazione enorme, sono orgoglioso di indossare la fascia da capitano. La Coppa del Mondo è un obiettivo, ma non vivo lasciandomi assalire dalla pressione. Lautaro Martinez? Lo aiuterò in tutto"

INTER-JUVENTUS, LE 12 VOLTE IN CUI È STATA DECISIVA

SPALLETTI-ALLEGRI, UN EQUILIBRIO PERFETTO

Dall’Inter al futuro compagno di squadra Lautaro Martinez, passando per il sogno di andare al Mondiale. Mauro Icardi affronta tanti argomenti nell’intervista rilasciata al quotidiano argentino Olé. Parole che rassicurano i tifosi nerazzurri sulla permanenza dell’attaccante a Milano. "Sono orgoglioso di indossare la fascia da capitano dell'Inter. Avere raggiunto il traguardo dei 100 gol con questa maglia è stata una soddisfazione enorme, non me lo sarei mai immaginato. Averlo fatto in un campionato difficile come la Serie A è ancora più importante, ringrazio tutti i miei compagni per averlo reso possibile. La fascia di capitano è il premio per il lavoro e l'impegno che metto in campo". L’amore tra Icardi e l’Inter sembra essere davvero un legame indissolubile, come spiega lo stesso argentino: "Le voci di mercato sono una conseguenza della mia crescita. Io spero di restare, perché all'Inter mi sento a casa mia, ma non posso conoscere il futuro. Mi godo il presente, penso a dare sempre il massimo. Obiettivo Champions? Sono ottimista, sono convinto che l'Inter tornerà presto dove merita di stare. Abbiamo attraversato un periodo di crisi, ma abbiamo anche dimostrato di cosa siamo capaci".

Il sogno Mondiale

Nella scala dei desideri di Icardi, sicuramente nei primissimi posti c’è la voglia di andare al Mondiale in Russia con l’Argentina, come rivela anche ad Olé: "La Coppa del Mondo è un obiettivo, ma non vivo lasciandomi assalire dalla pressione. Non essere tra i convocati? Io provo a fare il massimo con l'Inter, lo faccio da cinque anni. Andrà al Mondiale chi è più in forma". Niente fretta quindi, niente ansia, ma tanto ottimismo. "Ho l’età giusta per partecipare a un Mondiale? Può essere: ho 25 anni, sono capitano dell’Inter da tre stagioni. Sono entrato nella storia del club grazie ai miei 100 gol. Il mio sogno è andare al Mondiale e ho questa convinzione: se non adesso, sarà in futuro e penserò a sostenere i miei compagni impegnati in Russia. Perché meritiamo il Mondiale e il gruppo darà la vita per vincerlo. Conosco Higuain e Aguero, anche loro meritano di esserci. Se dovessero essero tra i convocati, dovremo supportare anche loro. Higuain ha segnato molti gol: è un attaccante di livello mondiale. Con lo spogliatoio dell'Argentina, Messi incluso, ho un ottimo rapporto. Non sono vere le chiacchiere che circolano".

La coppia del futuro con Lautaro

I tifosi dell’Inter sognano già di vedere insieme Mauro Icardi e Lautaro Martinez, attaccante 20enne del Racing molto promettente: "Lautaro è un grande attaccante, spero per il bene dell’Inter che possa ambientarsi bene in Serie A, nel miglior modo possibile. Quando arriverà all’Inter, troverà in me qualcuno che lo aiuterà in tutto ciò di cui abbia bisogno”, conclude Icardi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.