Le pagelle del settimo scudetto della Juve: 7 protagonisti

Serie A

Giuseppe De Bellis

pagella

Dalla vecchia guardia Buffon-Chiellini fino all'ultimo arrivato, Douglas Costa, determinante nella volata finale. Sono loro gli uomini copertina dello scudetto bianconero, scandito dai gol in HD (Higuain-Dybala), dalla solidità imprescindibile di Khedira e dalle scelte ancora una volta vincenti di Massimiliano Allegri

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE PAGELLE

JUVE AL SETTIMO CIELO: LO SPECIALE SCUDETTO

Allegri – 9

Ha vinto il duello psicologico con Sarri. Ogni uscita mediatica che ha fatto quest’anno aveva sempre l’obiettivo di porre l’accento sulle loro differenze. E più l’opinione pubblica elogiava il gioco del Napoli, più lui si divertiva a dire che a calcio bisogna vincere. Alla fine ha vinto lui.

Dybala – 9

È stata la sua stagione. Un inizio pazzesco, poi una flessione. Ma in ogni momento chiave del campionato c’è una sua giocata: a Napoli quando serve l’assist a Higuain, a Verona nell’ultima partita dell’anno, a Roma con la Lazio. Il record personale di gol (22) racconta una crescita che per molti non è ancora completata.

Higuain – 9,5

I 16 gol in campionato rappresentano il numero più basso da quando è in Italia. Eppure la sua stagione è stata da fenomeno: ha segnato a Napoli ed è suo il gol più importante dell’anno per la Serie A, ovvero quello a San Siro contro l’Inter. Ma quest’anno, soprattutto, ha cambiato modo di giocare. Venti metri più indietro, tanto sacrificio, rappresentano la svolta da campione a leader.

Chiellini – 8

Sarà l’unico reduce della BBBC: con Bonucci altrove, Buffon probabilmente all’addio e Barzagli con un futuro da riserva di lusso, è il prossimo capitano e la prosecuzione della specie vincente juventina. Ha vissuto una stagione difficile, con molti fastidi. Però c’è sempre stato. E ci sarà ancora.

Douglas Costa – 9

È il risolutore di problemi. Quello che entra e cambia tutto. L’ha fatto ogni volta che è servito, come nell’ultima partita allo Stadium contro il Bologna. È uno sul quale costruire il progetto della Juventus del futuro. È un tipo di calciatore internazionale fondamentale per provare a dare l’assalto alla Champions.

Buffon – 8,5

Se questa, come sembra, sarà l’ultima stagione in campo, ha chiuso con una grande gioia e una grande amarezza. L’amarezza è l’uscita dalla Champions per la Juventus e anche per se stesso. La gioia è essere il capitano di una squadra che non ha mollato un minuto. E questo per chi è un leader naturale è una soddisfazione più grande della vittoria in sé.

Khedira – 9

Quest’anno è stato addirittura fischiato allo Stadium. Eppure è uno degli uomini chiave degli ultimi scudetti, compreso questo. È l’equilibrio, è la forza mentale e fisica, è la solidità, è la capacità di vincere. È una certezza, anche quando servono i gol pesanti. È, in sintesi, la rappresentazione di ciò che è la Juventus oggi. Se, come sembra, dovesse lasciare Torino, sostituirlo sarà una delle cose più importanti dell’estate.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.