Juventus Campione d’Italia 2017-2018

Juventus Campione d'Italia, tutti i video

Le emozioni dell'ultima di Buffon. FOTO

Dai brividi all'ingresso in campo, alle lacrime al momento della sostituzione, passando per la gioia dell'ennesimo trofeo: l'ultima gara di Gianluigi Buffon con la maglia della Juventus è stata ricca di momenti emozionati   

Juven7us, il film del campionato

Va in archivio il settimo titolo consecutivo della Juventus, un record inedito nella storia della Serie A. Ripercorriamo tutte le tappe e i gol del trionfo della squadra di Allegri dallo scorso agosto al match contro la Roma, ultima fatica prima della festa bianconera

di Paolo Condò

Condò: "La differenza della Juve"

Una squadra che vince per sette anni di fila passa doverosamente alla storia. Paolo Condò analizza gli aspetti che hanno portato i bianconeri a dominare in Italia acquisendo un vantaggio sulle avversarie che non sarà affatto facile annullare

di Giuseppe De Bellis

Le pagelle scudetto di Giuseppe De Bellis

Dalla vecchia guardia Buffon-Chiellini fino all'ultimo arrivato, Douglas Costa, determinante nella volata finale. Sono loro gli uomini copertina dello scudetto bianconero, scandito dai gol in HD (Higuain-Dybala), dalla solidità imprescindibile di Khedira e dalle scelte ancora una volta vincenti di Massimiliano Allegri

5 eroi per 7 scudetti: i "soci" del club tricolore

La Juventus è ancora campione, e sono cinque i giocatori che hanno vinto tutti e sette i titoli bianconeri. Dal 2011-12 alla stagione attuale: Buffon, Barzagli, Chiellini, Lichtsteiner e Marchisio. Numeri, statistiche e volti dei soci del club tricolore

Da Pirlo a Douglas Costa, 7 anni di colpi da Juve

È ufficiale il settimo Scudetto consecutivo della Juventus, squadra senza eguali nella storia della Serie A. Un dominio costruito attraverso le operazioni di mercato stagione per stagione, colpi da big ripagati sul campo: dall'estate del 2011 ben 30 campioni giunti a Torino hanno alimentato un ciclo irripetibile

I 7 "non rimpianti" del calciomercato

Bonucci, Pogba, Tévez e tanti altri: in questi anni di dominio, sono numerosi i campioni che hanno lasciato la Juventus. Alcuni per necessità, altri per scelte personali: questi fuoriclasse, però, non solo sono stati degnamente sostituiti, ma lontano da Torino non hanno più brillato come in bianconero

La Juve e quel "vizio" di vincere: 7 scudetti per 7 peccati capitali

Sette scudetti come i 7 peccati/vizi capitali di cui i campioni d'Italia della Juventus si sono "macchiati" anche stavolta: Superbia, Gola, Accidia, Ira, Lussuria e Avarizia. Affamati, insaziabili, gelosi del loro "strapotere" e sempre pronti a fare festa. E l'invidia è un sentimento che non conoscono..

7 è anche il numero del "sogno svanito": da CR7 alle finali di Champions

Sette come gli scudetti vinti dalla Juventus negli ultimi sette anni, senza dimenticare il 2007 della rinascita (il ritorno in A) e i settimi posti che "partoriranno" il ciclo leggendario. Ma 7 sono anche le finali perse in Champions League, il numero del "giustiziere" Cristiano Ronaldo e quel 17 di Lucas Vazquez che grida ancora giustizia...

Da Bendtner a Lemina: tutte le meteore Campioni d'Italia

In questi 7 anni a tinte bianconere diversi giocatori sono passati da Torino, hanno sollevato uno o più Scudetti e se ne sono andati senza lasciare il segno. Vi ricordate di Anelka, Estigarribia e Romulo? Tutti Campioni d'Italia. Ecco che fine hanno fatto

Juventus Settebellezze: le Signore dello scudetto

Il settimo scudetto consecutivo della Juventus è un "regalo" anche alle bellissime compagne dei protagonisti, le prime tifose dei bianconeri: da Ambra (la fidanzata di mister Allegri) alle "wags" dei calciatori. E una fan juventina davvero speciale... 

Il meglio della settimana su sky

F1 Gara: GP Monaco    (diretta)

F1 Gara: GP Monaco (diretta)

Sky Sport F1 HD

27/05 h.15:10
Ciclismo: Giro d'Italia  (live)

Ciclismo: Giro d'Italia (live)

Eurosport HD

23/05 h.13:00
Golf: BMW PGA Championship  (diretta)

Golf: BMW PGA Championship (diretta)

Sky Sport 2 HD

24/05 h.13:00
Tennis: Roland Garros  (live)

Tennis: Roland Garros (live)

Eurosport 2 HD

23/05 h.12:00
F1 Prove libere 1: GP Monaco  (diretta)

F1 Prove libere 1: GP Monaco (diretta)

Sky Sport F1 HD

24/05 h.11:00

Vedi tutta la programmazione nella Guida tv

Il meglio di oggi su Sky Sport

Ciclismo: Giro d'Italia  (live)

Ciclismo: Giro d'Italia (live)

Eurosport HD

h 13:00
Tennis: Roland Garros  (live)

Tennis: Roland Garros (live)

Eurosport 2 HD

h 12:00
NBA: Cleveland - Boston

NBA: Cleveland - Boston

Sky Sport 2 HD

h 14:00
Storie di GP

Storie di GP

Sky Sport F1 HD

h 07:30
Race Anatomy MotoGP

Race Anatomy MotoGP

Sky Sport MotoGP HD

h 07:30
#SkyBuffaRacconta 1968: Berkeley

#SkyBuffaRacconta 1968: Berkeley

Sky Sport 1 HD

h 07:55
F1 Gara: GP Spagna

F1 Gara: GP Spagna

Sky Sport F1 HD

h 09:00
MotoGP Gara: GP Francia

MotoGP Gara: GP Francia

Sky Sport MotoGP HD

h 09:30
MotorSport

MotorSport

Sky Sport 2 HD

h 10:00

Vedi tutta la programmazione nella Guida tv

Juventus settimo cielo: lo speciale scudetto

Stagione 2017/2018. Sette anni consecutivi, sette scudetti: la Juventus è ancora campione d’Italia. In una delle stagioni più complicate degli ultimi anni, i bianconeri sono riusciti a vincere in volata il Napoli, principale concorrente della Juventus e competitiva come non mai. Per la settima vittoria consecutiva in altrettante stagione gran parte dei meriti sono ascrivibili a Massimiliano Allegri. Il tecnico bianconero è al quarto anno anno a Torino e nonostante qualche difficoltà di troppo e un gioco mai spumeggiante è riuscito ugualmente ad essere fortemente competitivo in campionato, senza tralasciare Champions League e Coppa Italia. Meriti, ovviamente, anche al gruppo e ad una rosa molto profonda, dove tutti sono stati protagonisti: le reti di Dybala e Higuain ad inizio stagione, la tenacia di Mandukic, l’efficacia di Cuadrado, l’imprevedibilità di Douglas Costa. Senza dimenticare la tenuta difensiva, un centrocampo impreziosito dall’arrivo di Blaise Matuidi e una lunga lista di seconde linee che si sono sempre fatte trovare pronte nel momento della necessità.

Scudetto Juve: una reazione da grande squadra

La stagione della Juventus è stata caratterizzata da una lunga battaglia di nervi con il Napoli. Uno scudetto giocato sul filo del rasoio, vinto con i dettagli, con la forza dei singoli, con la capacità di spuntarla anche nelle situazioni più complicate. L’emblema della stagione è stata la lunga ed inesorabile rincorsa agli azzurri. La prima vera spallata al campionato è arrivata al minuto 93 del match contro la Lazio, quando una Juventus brutta e mai pericolosa si è affidata al talento di Paulo Dybala per battere i biancocelesti. Pochi minuti più tardi, il 2-4 con cui la Roma ha battuto il Napoli al San Paolo e il primo crollo psicologico della squadra allenata da Sarri. Altro passo cruciale verso la conquista del settimo campionato consecutivo è stata la sfida di San Siro contro l’Inter. Nonostante le tante polemiche legate al rosso a Vecino e alla mancata espulsione di Pjanic, i bianconeri sono riusciti a rimontarla. L’autorete di Skriniar prima e la rete di Higuain poi hanno confermato un dato: la Juventus era la squadra più attrezzata per vincere il campionato, gli episodi singoli solo un piccolo dettaglio nel piano disegnato da Massimiliano Allegri. Non sono mancati i momenti di preoccupazione: i punti persi all’andata contro Atalanta, Lazio e Sampdoria, il pareggio contro il Crotone e la sconfitta di Torino contro il Napoli. Nonostante tutto, la Juventus è rimasta compatta, ha fatto quadrato e non ha mai perso la voglia di dimostrare di essere la squadra più forte d’Italia.

Una Juventus camaleontica al servizio del risultato

Il riassunto della stagione della Juventus potrebbe essere rappresentato dalle dichiarazioni che più volte ha rilasciato Massimiliano Allegri: “Ascolto numeri, schemi, commenti. A me però interessa solo segnare e prendermi i tre punti. Quando dicono che la Juventus gioca male io sono addirittura felice. L'importante era vincere, perchè nel contesto di una stagione non tutte le partite sono uguali e non sempre si può essere brillanti”. Il gioco della Juventus non è quasi mai stato spumeggiante in stagione, ma non sono mancati alcuni punti fermi. Nonostante l’alternanza di uomini e tanti esperimenti, la difesa bianconera ha sempre mantenuto la sua indole granitica, l’attacco si è prima rivelato decisivo, poi è stato votato alla manovra e si è messo al servizio della squadra. Emblema del trasformismo bianconero sono Mario Mandukic e Juan Cuadrado. Il primo ha disputato gran parte della stagione da esterno d’attacco, il secondo si è ben disimpegnato anche da terzino.

Gol indimenticabili della Juventus nella stagione 2017/2018

Spesso i tifosi ricordano i gol per il loro peso specifico. Nella stagione 2017/2018 sono senza dubbio memorabili due reti che hanno pesato come macigni nel settimo scudetto consecutivo della Juventus. L’assolo di Paulo Dybala al 95’ di Lazio-Juventus è un concentrato di caparbietà, forza fisica e tecnica, con l’argentino che è riuscito a superare il suo diretto avversario Marco Parolo e di trafiggere un incolpevole Strakosha. Altrettanto pesante il gol di Gonzalo Higuain, che nonostante una seconda parte di stagione complicata si è rivelato decisivo contro l’Inter con un colpo di testa che è valso 3 punti nella partita più rocambolesca della stagione 2017/2018 della Juventus.

Tutti i siti Sky