Roma, la carica di Schick: "Ora sono più cattivo, sto bene mentalmente"

Serie A
schick_roma

L'attaccante giallorosso, in un'intervista a Roma Tv, ha parlato della nuova stagione e delle sensazioni positive che sta provando: "Sono contento perché non provo fastidi di nessun tipo, questo fa la differenza"

TOTTI: "PASTORE IL TOP PLAYER CHE SERVIVA"

IL CALENDARIO DELLA ROMA: LA JUVE A NATALE, SI CHIUDE COL PARMA

Nuova Roma, nuovo Patrik Schick. L'attaccante giallorosso, dopo una prima stagione difficile soprattutto a causa degli infortuni, ha voltato pagina e si sta rendendo protagonista di un ottimo precampionato. Ottime sensazioni e la voglia di far bene, come dichiarato ad un'intervista rilasciata a Roma Tv: "Un anno dopo tutta un'altra storia? Vero, è stato un anno difficile ma adesso sono tornato più cattivo e sto mentalmente bene, sono preparato. E poi sono felice di non aver più fastidi e giocare liberamente, non mi fa male niente e tutto questo fa la differenza". Una differenza che si è vista anche durante i primi test, nei quali Schick ha fatto bene e si è fatto trovare pronto in zona gol: "Voler segnare è sempre importante, voglio farlo anche durante gli allenamenti per poi dimostrarlo in campo".

Di Francesco e i "nuovi" giovani

Un processo di crescita, con l'importante apporto di Di Francesco: "Ho capito bene quello che mi chiede, non ci sono problemi. Sappiamo cosa vuole da noi e come vuole far giocare la Roma". Nonostante la sua giovane età, dopo questa campagna acquisti l'attaccante ex Sampdoria ha già più esperienza rispetto ai tanti giovani presi da Monchi: "Hanno tanta qualità. All'inizio non è mai facile, perché non sai la lingua. Io non sono giovane come loro, c'è qualche anno di differenza. Ma tra poche settimane capiranno tutto e giocheranno bene".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche