Cagliari, Klavan si presenta: "La Serie A un sogno che si avvera. Mi ispiro a Maldini"

Serie A
Ragnar_Klavan_Cagliari__Twitter_Cagliari

Il difensore estone, che arriva dal Liverpool a titolo definitivo, si è presentato come nuovo giocatore del Cagliari: “Ho ricevuto tante offerte durante l’estate, ma ho sempre voluto questa squadra – ha detto – dove possiamo arrivare? Nel calcio nulla è impossibile se il gruppo è compatto”.

BRADARIC: “HO VOLUTO SOLO IL CAGLIARI”

COSSU SALUTA CAGLIARI

Dalla Champions sfiorata nella notte di Kiev alla lotta salvezza in Serie A. Da Liverpool a Cagliari, questa la nuova sfida di Ragnar Klavan. Sarà il primo estone a sbarcare nel nostro campionato. Lui, difensore, che avrà il compito di tenere in piedi la retroguardia di Maran davanti agli attacchi di Crisitiano Ronaldo&Co. 32 anni e ancora tanta voglia di mettersi in discussione, con la sua solita 15 sulle spalle.

Cagliari la prima scelta

“Ho ricevuto tante proposte in estate – ha raccontato durante la conferenza stampa di presentazione – ma il Cagliari è sempre stata la mia prima opzione. Il progetto della società mi ha convinto fin da subito. Poi ho parlato con dei compagni che hanno giocato in Serie A e tutti mi hanno riferito ottime cose sulla squadra e sull’ambiente. Ho avuto anche una breve conversazione con Darijo Srna, che mi ha assicurato che qui sarei stato bene”.

Maldini il modello

Quasi 1,90 metri di altezza, ma con i piedi ci sa fare eccome: “Sono un difensore che ama giocare la palla – ammette – è uno dei punti di forza del mio repertorio. Tuttavia penso di essere valido anche in fase di copertura. Il mio modello? Paolo Maldini: ho sempre cercato di avere in campo quella calma e quella serenità che lo hanno sempre contraddistinto.”

Il Cagliari come l’Augsburg

Zidane un altro giocatore che ammirava da bambino, la Serie A dunque il campionato dei sogni in cui giocare: “Per questo sono molto felice di essere qui – ha detto – sarà un onore per me essere il portabandiera di un piccolo paese come l’Estonia, che spero venga ulteriormente apprezzato grazie alle mie prestazioni sportive. Arrivo da una squadra come il Liverpool, abituata a vincere trofei, ma nella mia carriera ho giocato anche per non retrocedere. Questo Cagliari mi ricorda L’Augsburg, dove ho giocato qualche anno fa. L’obiettivo lì era salvarsi, dopo tre stagioni siamo arrivati quinti qualificandoci per l’Europa League. Nel calcio nulla è impossibile se il gruppo è compatto”.

Il rapporto con Klopp

Liverpool per Klavan vuole dire anche Jurgen Klopp, suo allenatore per due anni: “Il fatto che lui e i miei compagni abbiano speso belle parole per me, mi fa piacere. Significa che in due stagioni mi sono fatto apprezzare. Ricordo che quando arrivai, c’era un po’ di scetticismo, ma ho sempre creduto nelle mie capacità. Ora sono un giocatore del Cagliari e vorrei aiutare a costruire qualcosa di importante per la squadra, i tifosi e la città”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche