Napoli-Fiorentina, Pioli: "Al San Paolo per giocarcela fino alla fine, Ancelotti tra i migliori al mondo"

Serie A

Le parole dell’allenatore viola in conferenza stampa in vista della gara in programma al San Paolo contro gli uomini di Ancelotti: "Carlo è uno dei migliori allenatori al mondo, ha vinto ovunque e le sue squadre giocano bene. Noi però andremo al San Paolo senza paura"

NAPOLI-FIORENTINA, ANCELOTTI: "LA NOSTRA DIFESA NON E' UN PROBLEMA"

NAPOLI-FIORENTINA, TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 4^ GIORNATA

Due vittorie nelle prime due partite di campionato disputate (i viola hanno saltato la prima giornata a causa della tragedia del Ponte Morandi), prestazioni più che convincenti e tanta voglia di continuare a stupire. Per la Fiorentina, a punteggio pieno in questa Serie A, è arrivato il momento del primo big match stagionale. Dopo i successi contro Chievo e Udinese, i viola dovranno vedersela con il Napoli di Carlo Ancelotti: trasferta insidiosissima quella in programma sabato 15 settembre, alle ore 18, allo stadio San Paolo per gli uomini di Stefano Pioli, che in conferenza stampa ha presentato la partita. "A Napoli dovremo essere bravi a leggere in maniera corretta tutte le diverse situazioni che si presenteranno. Mi piacerebbe vedere la mia squadra lucida – ha detto l’allenatore della Fiorentina -, che sia in grado di capire sin da subito come gestire la gara. So che Napoli aspettarmi, lo stesso vale per i miei giocatori".

Il punto sul Napoli di Ancelotti

Pioli ha poi analizzato il Napoli di Ancelotti, spendendo parole positive per l’allenatore azzurro. "Il Napoli, così come noi, è una squadra diversa dall’anno scorso. Sono guidati da quello che, insieme ad Allegri, è il miglior allenatore italiano. Dunque sono sempre tra le squadre più forti del campionato. Non so se sono più o meno forti rispetto alla passata stagione, ma hanno di sicuro grandissimi giocatori. Noi dovremo sfruttare bene gli spazi, so di avere in mano una buona squadra ma ogni partita fa storia a sé. Giochiamo fuori casa, ma non ci deve interessare. Dobbiamo fare in modo di riuscire a dare il massimo ed essere in grado di giocarcela dall’inizio alla fine, limitando il loro gioco d’attacco e puntando sulle ripartenze. Ancelotti? Nessun suo giocatore ha mai avuto qualcosa da ridire su di lui – ha aggiunto Pioli -, è un allenatore che ha vinto ovunque e che fa giocare bene le sue squadre. E’ tra i migliori al mondo, ne sono sicuro. Era anche un grande giocatore e la prima volta che lo incontrai facevo il raccattapalle: mi misi anche gli scarpini che mi donò".

La questione fascia di capitano e i prossimi impegni

Pioli ha parlato anche alla questione relativa alla fascia di capitano personalizzata in ricordo di Davide Astori, con la Lega che ha concesso una deroga alla Fiorentina per poterla utilizzare: "Ringraziamo la Lega, siamo tutti felici di questa decisione. E’ giusto che Davide sia sempre con noi". E in chiusura un pensiero sui prossimi impegni, i viola dovranno disputare sei gare in venti giorni: "Sarà come se avessimo le coppe, per questo è possibile che alcune scelte contro il Napoli verranno prese anche in vista della partita in programma il prossimo mercoledì. Di volta in volta, comunque, cambierò probabilmente sempre qualcosa. Sei partite sono tante e alla fine di questi venti giorni la classifica sarà certamente diversa. Adesso, però, dobbiamo solo pensare al Napoli, alle gare successive ci penseremo dopo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche