Juventus, Allegri: "È il momento di vincere la Champions. Vicini a CR7"

Serie A
L'allenatore della Juve Max Allegri

L'allenatore bianconero a margine di un evento pubblicitario: "Puntiamo a quella Champions sfiorata due volte nelle ultime quattro stagioni. Speriamo che questo sia l'anno buono per vincerla"

LEGALE CR7: "RAPPORTO CONSENSUALE, DATI INVENTATI"

DESCHAMPS: "POGBA DI NUOVO ALLA JUVE? SOGNARE SI PUO'"

Idee chiare e un sogno europeo vivo più che mai: "Dopo 7 scudetti e 4 coppe Italia consecutive, puntiamo all'Europa, sfiorata nelle due finali di Champions raggiunte negli ultimi 4 anni. La voglia di vincerla c'è sempre, speriamo sia l'anno buono, siamo partiti bene adesso dobbiamo continuare", parla così l'allenatore della Juventus Max Allegri dal Samsung District di Milano a margine di un evento legato a uno degli sponsor bianconeri. "Record vittorie? Ai miei tempi ricordo il Milan di Capello che superò il mio Pescara per 5-4 e lui a fine gara affermò: 'Se non abbiamo perso oggi non perderemo più', ed effettivamente andò così, ma la verità è che ogni partita va affrontata e vinta una per volta. Adesso pensiamo al Genoa, squadra che ha anche cambiato allenatore. Douglas Costa sta bene, ci sarà già contro il Genoa. Khedira? Non è detto, vedremo", le parole dell'allenatore bianconero.

"Siamo vicini a CR7"

Max Allegri che ha poi parlato anche delle ultime vicende extracalcistiche che riguardano Cristiano Ronaldo: "Come si gestisce il caso del portoghese? Cristiano a Udine ha giocato bene, ha fatto un gol straordinario. Ho già risposto in conferenza e in diverse altre occasioni su questa questione, credo ora sia giusto parlare di altre cose, va gestito normalmente facendogli sentire nostra vicinanza", ha proseguito. "La differenza della Juventus con CR7 rispetto a quella con Higuain? Sicuramente è rimasto lo stesso dna vincente. L'addio di Marotta? Ci saranno più stimoli e più responsabilità per tutti. Più in avanti ci sarà una riorganizzazione interna della società come ha detto bene il presidente Agnelli. C'e' grande dispiacere, anche a livello affettivo", ha dichiarato Allegri. Che non ha però voluto parlare di calciomercato: "Rabiot? Non ha senso parlarne ora. Pogba? Gioca a Manchester e lo dobbiamo affrontare in due partite fondamentali per il passaggio del turno in Champions League", ha concluso l'allenatore della Juventus.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche