Inter, Moratti: "Icardi può decidere il derby, Marotta? Male non sarebbe"

Serie A

L’ex Presidente nerazzurro, presente al Festival dello Sport a Trento insieme agli eroi del triplete, ha lasciato qualche considerazione in merito al presente ma anche al futuro: “Questa Inter ha il dovere di imitare il suo passato. Se temo il triplete della Juve? I record sono fatti per essere battuti”

INTER, EROI DEL TRIPLETE AL FESTIVAL DELLO SPORT

LAUTARO: “NON GIOCO? COLPA DEL MODULO”
 

Sono passati otto anni, ma a Trento sembrava di essere tornati indietro nel tempo. A quel famoso 2010, indimenticabile per tutti i tifosi dell’Inter. Già, perché al Festival dello Sport che si sta svolgendo proprio lì, c’erano quasi tutti gli eroi di quel triplete leggendario. Erano presenti in sette, da Julio Cesar a Materazzi, passando per Zanetti, Milito, l’allora ds Marco Branca e ovviamente l’artefice di tutto, Massimo Moratti. Da Presidente a primo tifoso, con la speranza che l’Inter un giorno possa tornare a quei livelli.

“I record sono fatti per essere battuti”

Tanto l’affetto della gente, il calore ricevuto: “E’ un dovere dell’Inter attuale cercare di proseguire e imitare la storia di questa società – ha spiegato Moratti ai giornalisti presenti – la vedo sulla strada giusta e non posso che avere un’impressione positiva”. Se ieri a guidare la squadra c’era Mourinho, adesso questo ruolo è di Spalletti: “Se può essere come José? Ogni allenatore è diverso dagli altri. Ha le sue qualità, i suoi metodi. Ma credo che Luciano stia facendo vedere a tutti ciò di cui è capace”. Lo dovrà fare anche dopo la sosta, quando l’Inter affronterà il Milan. Un derby che potrebbe avere come protagonista Mauro Icardi: “Certo, può essere decisivo. Può farti vincere qualunque partita con le sue qualità” Ha detto l’ex Presidente nerazzurro. Inevitabile il confronto con la Juve, che in Italia domina da sette anni e che potrebbe eguagliare il triplete dell’Inter: “Se lo temo? Che brutta parola temere… i record sono fatti per essere battuti o quantomeno raggiunti. Per ora però non è ancora successo. Se questa Juve è ancora inarrivabile? Beh, in campionato sì, difficile vedere l’Inter ai suoi livelli”. Chiosa finale su chi la squadra bianconera ha contribuito a renderla grande, ovvero Giuseppe Marotta, che fra qualche giorno non ne farà più parte: “Se lo vedo all’Inter? Non lo so, dipende dall’equilibrio della dirigenza. Si tratta comunque di una persona di grande qualità, quindi male non farebbe”
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche