FIGC, Gabriele Gravina è il nuovo presidente. "Facciamo squadra, il riscatto inizia oggi"

L'assemblea della Federazione italiana gioco calcio ha eletto il nuovo presidente alla prima votazione con il 97,2% dei voti: è il candidato unico Gabriele Gravina

IL PROFILO - IL PROGRAMMA

Dopo 9 mesi di commissariamento la Figc ha un presidente eletto. Si tratta di Gabriele Gravina, ex numero uno della Serie C, unico candidato alla poltrona più importante del calcio italiano: è stato eletto al primo turno con il 97,2% dei voti.

Le prime parole del neo presidente: “Cambiamo verso, calcio non può più aspettare”

Il calcio che vorrei è quello dei giovani, ma anche quello femminile. Vorrei anche un calcio sostenibile, delle famiglie, capace di fare impresa e un calcio con impianti moderni e funzionanti". Le parole di Gabriele Gravina. “Abbiamo bisogno di un rilancio basato sull'ascolto di tutte le componenti, ma anche con un'apertura verso il nuovo. E’ una occasione storica di rilancio, il riscatto comincia oggi. Tutti insieme calciamo. Ringrazio tutti per il supporto e il sostegno: Gabriele è uno di voi, uno che vuole cambiare e rilanciare il calcio italiano. Cambiamo verso e direzione, puntiamo a coltivare la passione di tanti dirigenti del calcio italiano, per far sì che ci sia la massima professionalità". Sono le prime parole del neo eletto presidente della Federcalcio. "Risponderemo con i fatti, i comportamenti e il lavoro. Bisogna saper sognare, progettare e credere. Il calcio non può più aspettare, andiamo insieme".

1 nuovo post
La giornata di Gravina: commenti e reazioni  
- di Redazione SkySport24
Costacurta: “Ampio consenso positivo, dobbiamo fidarci di Gravina”
"Il primo impegno di Gravina? Credo debba essere quello di cercare di coordinare le componenti, ma questo ampio consenso credo sia veramente molto positivo. Sono ottimista su quello che verrà. Gravina è una persona onesta, giusta, perbene, credo che dobbiamo fidarci di Gravina". Sono le parole di Alessandro Costacurta, ex subcommissario della Figc, commentando l'elezione con  il 97,20% dei voti di Gravina.
- di Redazione SkySport24
De Laurentiis: "Ok Gravina, ora servono riforme Governo"
"Gravina è la scelta giusta, conosce il mondo del calcio e soprattutto non guarda al passato ma al futuro. Con lui ci siamo subito capiti, ha presentato un piano molto completo e complesso". Così il presidente del Napoli dopo l'elezione di Gravina. "Bisogna anche considerare che ha un mandato di due anni, poi ci sarà una nuova elezione e se farà bene, come sono convinto, sicuramente poi avrà un altro quadriennio per modificare ampiamente questo modello del calcio. Bisogna fare una rivoluzione e mi auguro che Gravina nei prossimi due anni riesca a rimediare, la sua forza è di far fare al Governo immediatamente delle riforme sostanziali".
- di Redazione SkySport24
Infantino: "Serve governance per fare cambiamenti" 
- di Redazione SkySport24
Gravina: "97,2%voti dimostra che calcio vuole cambiare" 
- di Redazione SkySport24
Gravina: “Priorità immediata composizione Consiglio”
Il chiarimento sulla composizione del nuovo Consiglio federale "sarà la prima priorità del mio mandato, perché credo sia un gravissimo errore strategico partire senza un consiglio al completo. Spero che nell'arco di qualche ora, sarà il primo punto che risolveremo in tempi rapidissimi in modo che già dalla settimana prossima ci sia la possibilità di convocare il primo consiglio federale".  Così il presidente della Federcalcio nella conferenza stampa seguita alla sua elezione con il 97,20% dei voti.Tra le posizioni controverse riguardo l'ineleggibilità in base alla legge 8, quella di Claudio Lotito, ma anche di Damiano Tommasi, Umberto Calcagno e Marcello Nicchi: "Mi appellerò alle norme previste, l'argomento è molto dibattuto e non voglio commentare le origini di questo provvedimento. Oggi la mia carta costituzionale è lo statuto. C'è stata una richiesta ufficiale da parte di Lotito e mi sembra che abbia avuto ragione e io devo rispettare lo statuto. Lo stesso verrà fatto da Nicchi, Tommasi e Calcagno, tutti vogliono restare consiglieri federali. Il presidente federale deve dare concreta attuazione ai dettami delle norme".
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
Gravina, le prime parole da neo presidente: “Cambiamo verso, calcio non può più aspettare”
"Ringrazio tutti per il supporto e il sostegno: Gabriele è uno di voi, uno che vuole cambiare e rilanciare il calcio italiano. Cambiamo verso e direzione, puntiamo a coltivare la passione di tanti dirigenti del calcio italiano, per far sì che ci sia la massima professionalità". Sono le prime parole del neo eletto presidente della Federcalcio. "Risponderemo con i fatti, i comportamenti e il lavoro. Bisogna saper sognare, progettare e credere. Il calcio non può più aspettare, andiamo insieme".
- di Redazione SkySport24
Gravina è il nuovo presidente della Federcalcio: l'annuncio 
- di Redazione SkySport24
Il momento della proclamazione del nuovo presidente della Figc 
- di Redazione SkySport24

Il programma di Gravina, presidente Figc. FOTO fotogallery

Guarda su Sky Sport la fotogallery Il programma di Gravina, presidente Figc. FOTO fotogallery
- di Redazione SkySport24

FIGC, il profilo di Gabriele Gravina

Leggi su Sky Sport l'articolo FIGC, il profilo di Gabriele Gravina
- di Redazione SkySport24
 
- di Redazione SkySport24
Gravina eletto con il 97,2% dei voti
Gabriele Gravina, candidato unico alla presidenza della Figc, è stato eletto alla prima votazione dall'assemblea della Federcalcio riunita a Roma, col 97,20% dei voti.
 
- di Redazione SkySport24
 
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
Damiano Tommasi: "Noi con Gravina per dare un messaggio" 
- di Redazione SkySport24
Figc, al via votazione per elezione presidente. Parla Malagò 
- di Redazione SkySport24
Al via votazione primo turno per elezione presidente
Sono cominciate a Fiumicino le procedure di votazione per l'elezione del nuovo presidente della Federcalcio. Candidato unico è l'ex n.1 della Lega Pro, Gabriele Gravina, che per essere eletto al primo turno necessita del 75% percento dei voti. Gli accreditati all'assemblea sono 258, pari a 486 voti. Tra gli assenti anche il presidente del Milan, Paolo Scaroni, che non è riuscito a raggiungere Fiumicino a causa di un volo cancellato all'ultimo. Per la Seria A, quindi, andranno al voto 19 delegati su 20.
- di Redazione SkySport24

I più letti