Milan-Juventus, Bonucci: "Sorpreso per l’esclusione, ma la squadra viene prima di tutto. La Juve è casa mia"

Serie A

Il difensore bianconero, grande ex della partita, ha parlato prima della gara: “La scelta di non farmi giocare è dell’allenatore, io non mi tiro mai indietro. Mi sarebbe piaciuto giocarla. Ringrazio Gattuso per le belle parole su di me”

MILAN-JUVENTUS LIVE

MILAN-JUVENTUS, LE CHIAVI TATTICHE

Leonardo Bonucci era uno dei giocatori più attesi, nella sfida tra Milan e Juventus. Dopo sette stagioni ai bianconeri si era trasferito a Milano un anno fa, per poi fare ritorno a Torino la scorsa estate nell’operazione di mercato che ha coinvolto anche Mattia Caldara e Gonzalo Higuain. Il difensore è stato intervistato prima del fischio d’inizio su Sky Sport: “Sono rimasto sorpreso per l’esclusione, chi mi conosce sa bene che non mi sarei mai tirato indietro in una partita di questo tipo, anzi in queste situazioni mi esalto. Ma è una scelta dell’allenatore, ho giocato nove partite di fila e ne avrei fatte ancora. Questa però è una squadra fortissima, che ha giocatori pronti a subentrare. Ieri Allegri mi ha detto che sarei stato fuori perché avevo saltato anche l’anno scorso la prima da ex (ride, ndr). Mi sarebbe piaciuto giocare, ma il gruppo passa in primo piano in questi casi”.

Ritorno a casa

Nella conferenza stampa di presentazione, Gennaro Gattuso ha avuto parole d’elogio per Bonucci. “Mi lusingano e mi riempiono d'orgoglio, prima del calciatore viene l'uomo e ho già ringraziato Rino, dimostra ciò che ho dato a quest'ambiente. Poi ho scelto di tornare a casa perché ci sono delle priorità e la mia famiglia sta bene a Torino” ha concluso il giocatore.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche