Inter, Asamoah: "Col Frosinone in campo con lo spirito Champions. Marotta? Un piacere lavorare con lui"

Serie A

L'esterno nerazzurro ha parlato a margine di un evento a Milano: "Dobbiamo imparare dalla sconfitta di Bergamo. Col Frosinone non sarà facile, ma vogliamo vincere per arrivare al meglio alla sfida contro il Tottenham. Marotta un grande dirigente"

INTER, DERBY DI MERCATO COL MILAN PER DE PAUL?

INTER, MAROTTA TORNATO A MILANO DALLA CINA: "INCONTRO POSITIVO"

Kwadwo Asamoah, esterno dell'Inter arrivato la scorsa estate dalla Juventus e diventato subito una pedina fondamentale per Spalletti, ha parlato in occasione di un evento con un partner commerciale dei nerazzurri a Milano. Il ghanese è partito dalla brutta sconfitta di Bergamo contro l'Atalanta, che l'Inter vuole riscattare contro il Frosinone (sabato a San Siro, ore 20:45): "Contro l'Atalanta è stata una sconfitta pesante per noi, ma nel calcio può succedere. Adesso dobbiamo soltanto imparare da quel ko che è stato come uno schiaffo. Guardiamo avanti, stiamo lavorando per migliorare partita dopo partita. Il Frosinone? Non sarà una partita semplice, quando si gioca contro squadre così bisogna scendere in campo convinti e concentrati, altrimenti si può anche non vincere. Invece dobbiamo dare il massimo, con lo stesso atteggiamento e spirito che abbiamo avuto in Champions League". Già, la Champions: dopo l'impegno contro il Frosinone, l'Inter si giocherà gran parte della qualificazione a Wembley con il Tottenham: "Sarà importantissima, ma vogliamo arrivarci dando un segnale importante sabato".

"Marotta? Un piacere lavorare con lui"

Asamoah parla poi degli obiettivi a breve e lungo termine: "In Champions vogliamo fare quello che possiamo, iniziamo con il passare il turno anche se non è ancora fatta: dobbiamo sudarci questa qualificazione. In campionato è ancora lunga, abbiamo tantissime partite davanti e sappiamo che la Serie A non è semplice: arrivati quasi a metà, dico che possiamo ancora crescere e fare di più". Infine, inevitabile una battuta su Beppe Marotta, che si appresta a diventare un nuovo dirigente dell'Inter. E Asamoah lo conosce bene, vista l'esperienza alla Juve: "Se verrà sarò contento, è un piacere lavorare con lui. L'ho fatto per 6 anni, ha una grande personalità e aiuta la squadra in qualsiasi momento".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche