Milan, Strinic: "Ho avuto paura di smettere per il problema al cuore. Ora punto a tornare il 22 dicembre"

Serie A

L'esterno croato ha raccontato nell'intervista esclusiva a Sky Sport come ha vissuto il periodo senza poter giocare: "Questi mesi sono passati velocemente grazie ai miei amici e la mia famiglia, li ringrazio. L'accoglienza della squadra è stata emozionante"

MILAN INCONTRA DE PAUL: DERBY DI MERCATO CON L'INTER?

MILAN, BEN YEDDER E VAN DE BEEK I NOMI NUOVI

Un periodo buio, che Ivan Strinic sta per lasciarsi alle spalle. I problemi al cuore l’hanno tenuto lontano dal campo per diversi mesi, ma ora ha avuto l’ok dei medici per tornare ad allenarsi. Un primo passo, dunque, verso il ritorno in campo. “Non ho avuto mai nulla del genere nella mia vita ed è normale avere paura. Sono passati tre mesi molto velocemente perché sono stato con la mia famiglia e gli amici e li voglio ringraziare, non sono mai stato fermo tutto questo tempo ma al massimo per un mese. Ora sono qui, in nuovo episodio della mia vita, e sono molto felice. Ho avuto paura di smettere di giocare a calcio, mi avevano detto che dovevo fermarmi per almeno 3 mesi. Ho fatto controlli ogni mese e mi hanno detto che era tutto ok e avrei potuto riprendere ad allenarmi: sono stato felicissimo quando me l'hanno detto” ha raccontato il giocatore del Milan nell’intervista rilasciata a Sky Sport.

Progetti per il futuro

I compagni l’hanno riabbracciato con affetto: “L'accoglienza di Gattuso e della squadra è stata emozionante, mi hanno fatto un applauso”. Comincia adesso il percorso di preparazione per il ritorno in campo. “In questi giorni lavoriamo poco, stiamo facendo un po' di corsa e bicicletta. Ora devo ripartire da zero con la preparazione, mi alleno e poi vedremo, mi servirà perlomeno un mese. L'obiettivo sarebbe tornare per Milan-Fiorentina (22 dicembre, ndr), quindi prima di Natale, ma è difficile adesso fare programmi” ha proseguito Strinic. Sul momento attuale del Milan, si è espresso così: "Ho visto molte partite dall'inizio della stagione, sono felice di quanto abbiamo fatto, siamo tra le squadre più forti d'Italia. Purtroppo abbiamo avuto tanti infortuni e questo è un problema per il mister, ma dobbiamo guardare avanti e ognuno deve fare il massimo per tornare quanto prima a disposizione". Infine, da ex blucerchiato, il croato ha fatto l’in bocca al lupo alla Sampdoria in vista della partita col Genoa: “Nel derby tiferò per la Samp naturalmente, ho giocato lì ed è stata una meravigliosa esperienza in una bellissima città”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche