Bonucci, frecciata al Milan: "Devo recuperare le presenze in Champions perse l'anno scorso"

Serie A

Dopo la partita vinta dalla sua Juventus contro il Valencia, che gli ha permesso di entrare nella top 10 dei più presenti in Champions con la maglia bianconera, Leonardo Bonucci ha lanciato un altro messaggio al suo passato, che i suoi ex tifosi, sui social, non hanno per niente apprezzato 

MILAN-PARMA LIVE

EVRA: "ALLA JUVE RIDI. AL MILAN NON GIOCAVI IN CHAMPIONS"

Il video dell'intervista a JTV è subito diventato uno degli argomenti più dibattuti su Twitter e i social network. Dopo la vittoria sul Valencia, Leonardo Bonucci ha commentato la partita alla tv del club bianconero parlando tra le altre cose della 53^ presenza in Champions League con la Juve che gli ha permesso di entrare in un ristretto club: la top 10 bianconera per presenze nella competizione più amata e sognata. "Mi riempie sicuramente di orgoglio entrare a far parte della Top 10 in Europa di un club così prestigioso, adesso devo recuperare le presenze perse lo scorso anno (sorriso)". La frase è stata al centro dei commenti soprattutto dei tifosi del Milan che non hanno apprezzato la presa di posizione. Qualche giorno fa era stato Patrice Evra a stuzzicare su Instagram l’ex compagno di squadra Leonardo Bonucci sullo stesso tema. Lo ha fatto con un commento, a un post di Dybala: "Adesso il sorriso ti è tornato, perché con il c… che la giocavi di là la Champions League". Il giorno dopo, in un video, l’ex terzino sinistro della Juventus ha voluto chiarire, non risparmiando ulteriori frecciate ai tifosi del Milan che gli hanno ricordato il palmares rossonero proprio in quella competizione: "L'hanno scorso dove ha giocato Bonucci? Al Milan - ha spiegato Evra -. Non capisco perché mi parliate di rispetto della storia o di sciacquarmi la bocca. Il mondo intero ha conosciuto il calcio grazie al Milan, ma oggi lo conosce per la Juventus, dove c’è un presidente come Agnelli”.

Il resto delle parole

Sulla partita contro il Valencia: "Sapevamo che sarebbe venuto qui a giocarsela in contropiede. Nella prima parte di gara siamo andati dietro al loro tipo di gioco, ci siamo allungati tanto. Nel secondo tempo siamo stati più ordinati e abbiamo rischiato solo su una palla inattiva. Era importante però vincere per passare il turno e adesso andare a Berna per arrivare primi". Su Cristiano Ronaldo e Mandzukic, che hanno deciso: "La giocata ti può fare la differenza in queste partite. Le partite però bisogna leggerle bene e interpretarle ancora meglio. Però adesso ci godiamo questo passaggio del turno e pensiamo alla partita di Firenze".
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche