Torino, Mazzarri torna in panchina dopo il malore: "Grazie per l’affetto, mi sono commosso"

Serie A

Dopo il malore che lo aveva costretto a fermarsi e che gli aveva impedito di seguire la squadra a Cagliari nell’ultimo turno di campionato, l’allenatore del Torino è regolarmente ristabilito e guiderà dalla panchina i suoi nel prossimo match contro il Genoa: "Di solito sono io a fare delle scelte, questa volta ho dovuto subirle. Tanta gente mi vuole più bene di quanto me ne voglia io. Ora sto bene e sono più carico che mai"

TORINO, MAZZARRI STA BENE: CONTRO IL GENOA SARA' IN PANCHINA

TORINO-GENOA, LE PROBABILI FORMAZIONI

Il peggio è passato per Walter Mazzarri. Dopo il malore che lo aveva costretto a fermarsi e gli aveva impedito di seguire il Torino nell’ultima trasferta di campionato contro il Cagliari, l’allenatore granata è regolarmente ristabilito. Superato il periodo di riposo necessario, dopo un check-up completo in una clinica di Milano Mazzarri ha ricevuto il benestare dai medici e potrà tornare in panchina: sarà lui a guidare i granata nella prossima sfida contro il Genoa. Tante le dimostrazioni di affetto nei confronti dell’allenatore del Torino, che è intervenuto in conferenza stampa per ringraziare tutti.

Commozione e riconoscimento

Parole sincere quelle di Mazzarri, che è apparso particolarmente emozionato in conferenza stampa: "Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno dimostrato tanto affetto – ha detto l’allenatore del Torino -, ho avuto la sensazione che tanta gente mi voglia più bene di quanto me ne voglia io, che non mi sono mai curato. Di solito sono abituato e obbligato a fare delle scelte, stavolta, per la prima volta in carriera, le ho subite dal presidente e dal dottore. Anche loro mi hanno dimostrato che mi vogliono bene. Avevo bisogno di fare un check-up e di fermarmi un attimo, questo mi ha fatto bene, ora lo posso dire. Sto bene, sono più in salute di prima e più carico che mai, voglio fare il massimo per questi colori, per questi giocatori, per questi tifosi e per tutte le componenti che riguardano il Toro. Ringrazio ancora tutti quelli che mi hanno dimostrato affetto, i colleghi che mi hanno dimostrato considerazione: mi sono commosso, non mi aspettavo fossero così tanti. Mi scuso con quelli ai quali non ho risposto, mi hanno mandato talmente tanti messaggi... Grazie davvero".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche