Roma, Di Francesco: "Ritrovata la nostra identità, giovani in crescita. Calciomercato? Qualcosa si muoverà"

Serie A
Eusebio Di Francesco (getty)
difra_getty

L'allenatore giallorosso dopo il 2-0 esterno a Parma: "La squadra mi è piaciuta tantissimo, secondo tempo eccelso. Recuperare giocatori importanti ci ha dato forza. I gol degli attaccanti? Non abbiamo un Ronaldo, lavoriamo perché tutti diano il loro contributo". Su Manolas: "Speriamo non sia nulla di grave, ha accusato un problema al flessore. I giovani? Li vedo tutti i grande crescita, da Zaniolo attendibile un calo. Sul mercato qualcosa si muoverà"

PARMA-ROMA 0-2: GOL E HIGLIGHTS

Terza vittoria nelle ultime quattro: la Roma chiude al meglio il suo 2018. Grazie ai gol di Cristante e Under, i giallorossi stendono il Parma in trasferta e rientrano in piena zona Europa, a -2 dalla Lazio quarta. Soddisfatto Eusebio Di Francesco al termine del match del Tardini: “Abbiamo ritrovato la nostra identità, finalmente ho visto una squadra che sapeva quello che voleva. Abbiamo recuperato giocatori importanti e questo ci ha dato maggiore forza - ha spiegato - La squadra mi è piaciuta tantissimo, sapevo potevamo fare fatica tatticamente nel primo tempo ma abbiamo sofferto una sola ripartenza. Nel secondo tempo la squadra è cresciuta tanto, mi è piaciuta in maniera eccelsa”. Un altro gol su calcio piazzato: “Noi in questo momento non abbiamo un attaccante come Ronaldo che fa 15 gol, a me piace sottolineare questo aspetto. E lavoriamo perchè tutti diano il loro contributo. È normale che preferirei qualche gol in più degli attaccanti per avere qualche punto in più, però il fatto dei calci piazzato diventa determinante e noi ci lavoriamo molto. Noi abbiamo dei giocatori come Cristante molto bravi ad attaccare la porta e questo ci ha aiutato anche oggi”.

"Manolas problema al flessore. I giovani sono in crescita"

Sulle condizioni di Manolas, poi, uscito per un problema fisico: “Mi auguro che non sia niente di importante - ha proseguito Di Francesco - Aveva un problema al flessore e ha chiesto il cambio. Per noi è un giocatore importante, soprattutto in queste gare, quando c’è da difendere in campo aperto”. La linea giovane giallorossa sta cominciando a dare i suoi frutti: “Quando si sceglie una linea verde si sa che si passa anche attraverso delle sconfitte o delle prestazioni meno buone. L’esempio è Zaniolo che è un talento, l’ho buttato nella mischia a settembre non per dare un segnale ma perché ha qualità, ma oggi per esempio ha fatto una partita al di sotto delle aspettative ma è la normalità, non si può pensare che un giocatore che l’anno scorso giocava in Primavera faccia 3 partite consecutive in una settimana ad alto livello e ad alto ritmo, mi aspettavo un suo calo ha bisogno di questo per crescere e per lavorare con umiltà. Vedo la crescita di Kluivert, di Under, e Lorenzo Pellegrini è diventato un leader quando entra in campo”. Una battuta finale sul mercato: "Valuteremo insieme alla società, qualcosa si muoverà in base anche a chi vuole partire", ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche