Ronaldo: "Io presidente dell’Inter? Non ci ho mai pensato, ma non lo escluderei"

Serie A

Il Fenomeno, attualmente presidente del Valladolid, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport e ha parlato dell’ipotesi di un possibile futuro alla guida del club nerazzurro: "Non ci ho mai pensato, ma l’Inter è nel mio cuore e quindi non lo escluderei". E sulla squadra di Spalletti: "Sta facendo bene, ma in Champions ha perso una grossa occasione. Icardi? Una bandiera"

INTER, MORATTI: "CON RONALDO CI SIAMO VOLUTI BENE"

RONALDO IL FENOMENO: "SE MI FOSSI ALLENATO QUANTO CRISTIANO..."

Dall’attuale esperienza alla guida del Valladolid alla suggestiva ipotesi di un futuro da presidente anche in un club italiano, in particolare all’Inter. Poi il rendimento della squadra nerazzurra, un giudizio su Spalletti, il ruolo di Mauro Icardi e un pensiero su Ancelotti e Cristiano Ronaldo. Tanti i temi affrontati da Ronaldo, intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport da Dubai, dove sono i corso i Globe Soccer Awards. Il Fenomeno ha esordito non escludendo l’ipotesi di un futuro all’Inter in qualità di presidente.

Ronaldo, ora che sei il presidente del Valladolid si lavora per davvero?
Si lavora tanto e si guadagna sempre di meno (ride, ndr).

Un giorno ti vedremo presidente di una squadra italiana?
Non lo so, non si può dire. Ma adesso sono molto occupato col Valladolid, sono veramente contento di aver accettato questa sfida e c’è ancora tantissimo da fare.

Ti piacerebbe essere un giorno il presidente dell’Inter?
Non ci ho mai pensato, però l’Inter è una squadra che è nel mio cuore quindi non lo escluderei. Ma i soldi per comprare l’Inter non ce li ho, perciò continuerò a lavorare nel mio Valladolid.

E se fossi un presidente senza portafoglio e pagassero altri?
Non è il mio caso, perché sono stati spesi i miei soldi. Però non lo escluderei perché in futuro non si sa mai.

Cosa pensi di questa Inter?
È migliorata rispetto agli ultimi due anni, ma vediamo. La Juve è nettamente più forte degli altri, anche se il Napoli con Ancelotti sta facendo molto bene, ma la Juve è staccata ed è veramente difficile per le altre squadre. Comunque l’Inter sta facendo bene, anche se in Champions ha deluso in casa con quel pareggio che ha provocato l’eliminazione. Speriamo che prossimamente possa dare qualche gioia ai tifosi.

Speravi in qualcosa di più in Champions?
Secondo me avevano una grande possibilità di andare avanti, ma questo pareggio in casa non se lo aspettava nessuno. Il calcio è così, non si sa mai e ci sono sempre delle sorprese.

Pensi che Spalletti sia l’allenatore giusto per l’Inter?
Direi di sì, sta facendo molto bene anche se l’Inter è una squadra che deve vincere titoli e campionati. Però la situazione è in netta evoluzione e speriamo bene per il futuro.

Icardi lo vedi con la maglia dell’Inter a lungo?
Direi che è una bandiera interista, ha fatto tanti gol ed è un giocatore importante. Non è facile vendere un giocatore così, uno che costa tantissimo e che ha un ingaggio alto. Secondo me se l’Inter lo tiene è un grande affare e una garanzia di tanti gol in stagione.

Ti ha sorpreso di più Ancelotti al Napoli o Cristiano Ronaldo alla Juve?
Non è una sorpresa, noi che viviamo il calcio ci aspettiamo di tutto. È bello vedere Cristiano Ronaldo alla Juve e nel calcio italiano ed è bello vedere Ancelotti al Napoli, con i tifosi napoletani che sono appassionati.

Cosa ti ha lasciato Ancelotti?
Ho tanti ricordi, è un grande amico. Ci sentiamo e ogni tanto ci vediamo. Gli auguro una buona stagione perché è un grande amico e una persona veramente perbene.

I più letti