Juventus-Parma, Allegri: "Se si è superficiali giusto essere puniti. 3-3 incommentabile"

Serie A
Massimiliano Allegri ha commentato il pareggio per 3-3 tra Juventus e Parma (Getty)

L'allenatore bianconero commenta il 3-3 tra Juventus e Parma: "La partita era quasi finita, invece abbiamo lasciato per strada due punti. Abbiamo ripetuto delle ingenuità in fase difensiva. Mandzukic? Quella palla non può essere giocata così"

JUVENTUS-PARMA 3-3: GERVINHO RIPRENDE I BIANCONERI

D'AVERSA: "ABBIAMO SEMPRE CREDUTO NEL PAREGGIO"

SERIE A, MARCATORI E CLASSIFICHE

Ha salutato il campo con un sorriso beffardo, frutto del 3-3 incassato nei secondi finali per mano del Parma dalla sua Juventus. Massimiliano Allegri riassume la serata dall'Allianz Stadium con un concetto chiave: "Il gol del 3-3 è incommentabile, non esiste giocarla così. Non si può giocare palla dentro l'area al 95', piuttosto la buttiamo in fallo laterale. La partita era quasi finita, invece abbiamo lasciato due punti". Evidente riferimento alla giocata di Mario Mandzukic, che ha provato a servire Spinazzola con un pallonetto invece di lanciare la palla il più lontano possibile dalla sua area di rigore, servendo in realtà Inglese che ha poi confezionato l'assist per il pareggio firmato Gervinho.

Allegri: "Leggeri in fase difensiva, bisogna riprendere a fare fatica"

L'allenatore bianconero ha diviso la partita dello Stadium in due parti. Il primo tempo, nel quale la squadra gli era “piaciuta, per me abbiamo fatto 45 minuti molto bene anche nella pressione difensiva e in fase di circolazione della palla - le parole di Allegri a DAZN - poi nel secondo tempo abbiamo fatto il 2-0, abbiamo incassato il 2-1 e sull'ultima palla abbiamo abbassato la tensione, sia chi ce l'aveva che chi marcava dentro l'area”. Pesano i due punti lasciati per strada, che permettono al Napoli di accorciare a -9 su Cristiano Ronaldo e compagni: “Siamo stati molto leggeri nella fase difensiva, abbiamo sbagliato in modo clamoroso sul secondo e sul terzo gol. E' stata una partita divertente ma alla fine abbiamo fatto 3-3" è il riassunto dell'allenatore. Nel mirino, gli spazi ceduti in profondità agli avversari: “Sul secondo gol abbiamo anticipato un'uscita esterna sulla palla verticale, poi poco dopo Caceres ha salvato su Inglese. Il terzo gol è stato qualcosa di incredibile: sono giocate fatte con superficialità, lì devi prendere fallo vicino alla bandierina. Bisogna avere più concentrazione, non dobbiamo e non possiamo dare cose per scontato. Noi gli abbiamo permesso di giocare palla verticale a difesa schierata. Inglese nel secondo tempo ha avuto la meglio su Caceres che non giocava da tanto. Per buttare una palla dentro l'area alla fine vuol dire che si è superficiali". Mandzukic croce e delizia: decisivo per l'assist del 3-1 a Cristiano Ronaldo, autore della giocata affrettata nel finale. “Mandzukic ha fatto una buona gara, sul pallone finale sapevo che finiva così, mi ha fatto morire”. A mancare è stata quindi la gestione della palla: “Oggi volevamo far gol – le parole dell'allenatore a Sky - serve equilibrio, non possiamo pensare che ogni gara si faccia 4-5 gol. Se fossi stato uno spettatore mi sarei divertito, però dietro abbiamo lasciato dei due contro due e rischi".

L'ironia di Allegri: "Accontentato chi voleva il bel gioco"

L'allenatore bianconero ha usato l'arma dell'ironia per analizzare l'atteggiamento della sua squadra: "Abbiamo accontentato chi vuole il bel gioco, che non paga. La palla va buttata in tribuna a quel punto, invece con superficialità è andata lì". La Juventus archivia così un filotto di tre partite in sei giorni con la vittoria di Roma contro la Lazio, l'eliminazione dalla Coppa Italia per mano dell'Atalanta e il 3-3 contro il Parma. "Questo pareggio ci fa bene ora, quando sei leggero e superficiale è giusto essere puniti - è l'analisi di Allegri - oggi potevamo collezionare una vittoria importante, ci avrebbe permesso di chiudere una settimana importante in cui giocavamo tre partite con due successi. Non si può fare tre gol in casa e non vincere. Bisogna riprendere a fare grande fatica in fase difensiva". Messaggio valido per tutti, con gli ottavi di finale di Champions League contro l'Atletico Madrid nel mirino: "Perchè? C'è una partita? Madrid è bellissima - ha scherzato ai microfoni di Sky - avremmo meritato 4 punti tra Lazio e Parma, siamo stati anche fortunati domenica. Oggi siamo stati puniti perché dopo la partita contro l'Atalanta, partita nella quale abbiamo commesso ingenuità in fase difensiva, ci siamo ripetuti. A Roma e Bergamo abbiamo sbagliato partita, oggi no, è stata una serata particolare. A volte prendi gol alla fine, a volte lo fai. Oggi abbiamo creato tanto, ma occorre tornare a lavorare".

Cristiano Ronaldo: "Non dobbiamo essere preoccupati"

Ha segnato due gol, ma non sono serviti per i tre punti. Quella di Cristiano Ronaldo, arrivato a 17 centri in Serie A, è una gioia a metà: “Questo è il calcio, purtroppo - le parole del numero 7 - sono contento per i gol ma non per il risultato. Il Parma ha sfruttato i nostri errori. Una questione di condizione fisica? Io sto migliorando sempre, mi sto sentendo sempre meglio e tornerò al top della condizione fisica. Non dobbiamo essere preoccupati, abbiamo fiducia nella squadra, nella forza tecnica, nell’allenatore e nello staff. Dobbiamo stare tranquilli".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport