Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
04 febbraio 2019

Milan, il presidente Scaroni: "Ora siamo un squadra, il merito è di Gattuso"

print-icon

Il presidente rossonero: "Siamo diventati una squadra, il merito è di Gattuso. Rino ha dalla sua parte i giocatori. Piatek ha fatto gol ovunque, sono felice del clima che si è creato. Higuain? Esperienza negativa per entrambi"

SERIE A LIVE: TUTTE LE NEWS DAI RITIRI

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DI SERIE A

 

Sky Calcio: Serie A TIM 7 partite su 10 ogni turno

Il pareggio contro la Roma all'Olimpico nell'ultimo di turno di campionato e una classifica che recita quarto posto momentaneo davanti proprio ai giallorossi e alla Lazio. Dopo le difficoltà dei mesi scorsi, adesso in casa Milan sembra essere ritornato il sereno: "Siamo diventati una squadra, questo è merito dell'allenatore prima di tutto. La squadra si muove all'unisono. Gattuso è Gattuso, il carattere che aveva da calciatore lo ha da allenatore. Ha dalla sua parte i giocatori, è il punto di partenza e gli dobbiamo molto. Il campionato è pieno di insidie, basta pensare agli infortuni. Piano piano ne stiamo uscendo, quindi tutto bene", parla così il presidente rossonero Paolo Scaroni dall'evento 'United for Genova'. "Terzo posto? Non faccio questi calcoli. Cerchiamo di fare del nostro meglio. Ogni partita è una grande emozione, io soffro come un dannato durante le gare. Non guardo gli altri, speriamo bene. Ho visto Gattuso in gran forma e lo siamo tutti", ha proseguito Scaroni.

"Higuain? Esperienza negativa per entrambi"

Immancabile un pensiero sul mercato di gennaio appena concluso, sessione invernale che ha portato in rossonero Piatek e Paquetá: "Piatek ha fatto tanti gol, al Genoa, al Cracovia e ora anche al Milan. Io sono contento del clima che si è creato nel Milan, che riguarda sia Piatek che Paquetá ma anche tutti gli altri. Il gol realizzato contro la Roma è nato dal mercato, ma in caso contrario ne sarebbe nato un altro. Il Milan si dimostra una squadra". Pensiero poi sull'addio di Higuain al Chelsea: "Mi spiace che la sua esperienza non sia stata positiva, come non lo è stata per noi. Queste operazioni a volte vanno bene a volte invece male".

"Donnarumma? Nessuna intenzione di cederlo"

Battuta su Donnarumma, migliore in campo nel match contro la Roma: "Non faccio i ragionamenti sui soldi perché non abbiamo nessuna intenzione di cederlo, poi il mercato è chiuso. Non sapevo che Berlusconi avesse messo un price tag su di lui di 80 milioni. Sicuramente nelle ultime gare ha fatto interventi importanti, anche contro la Roma", ha dichiarato il presidente del Milan. Scaroni che ha poi parlato dei rapporti con l'UEFA: "Il tema c'è e lo affronteremo, ma adesso non ne parlo. La Champions è importante, più il tempo passa più diventa importante. Se questa sera ci fosse la finale di Champions League saremmo tutti là, è fondamentale quindi", ha concluso il numero uno rossonero.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi