Genoa-Juve, Prandelli: "Non sono imbattibili. Voglio una squadra coraggiosa"

Serie A

L'allenatore rossoblù presenta il match contro i bianconeri: "Sono fortissimi, ma non esiste una squadra invincibile. Ai miei ragazzi chiedo di essere coraggiosi"

GENOA-JUVE LIVE

SERIE A, 28^ GIORNATA: PROBABILI FORMAZIONI

FANTACALCIO, CHI SCHIERARE PER LA 28^ GIORNATA

Non ci sarà Cristiano Ronaldo, non convocato da Allegri dopo la straordinaria tripletta che ha permesso ai bianconeri di eliminare l’Atletico Madrid in Champions, ma Cesare Prandelli conosce benissimo la forza della Juventus, nonostante l’assenza del portoghese. "Affrontiamo una squadra forte, fortissima. Inutile descrivere le qualità che hanno. Nel calcio hai due fasi: quando tu hai la palla puoi cercare di fare qualcosa di importante. E' una partita che può darci consapevolezza, possiamo fare qualcosa di importante. Soffriremo tanto ma quando abbiamo la palla voglio vedere una squadra coraggiosa. La Juventus sembra invincibile, ma non c’è mai una squadra perfetta, qualcosa lascerà e dovremo sfruttarlo", ha ammesso l’allenatore del Genoa in conferenza stampa alla vigilia del match contro i bianconeri, in programma domenica alle ore 12.30 al Ferraris. "La sconfitta con il Parma non l’abbiamo ancora digerita, dopo aver fatto un certo calcio e non essere riusciti a vincere, preferisco prendere un contropiede in più e non portare un risultato che non ci avrebbe dato nulla", ha aggiunto Prandelli.

"Koume prima punta? Proviamo tante soluzioni"

"Il Var è uno strumento democratico che va rivisto nei particolari. I dati dicono che siamo la squadra più penalizzata", ha dichiarato Prandelli. L’allenatore rossoblù non si sbilancia sulla formazione che manderà in campo contro la Juventus: "Kouame prima punta o comunque più vicino alla porta? La sua posizione non è decisa. Quando giochiamo le partite infrasettimanali abbiamo sempre degli obiettivi, proviamo delle situazioni per essere preparati durante le gare. Non confermo nulla però su Kouame", ha aggiunto Gasperini. "Biraschi ancora out? Stanno lavorando tutti bene, chiaro che quando decido di far giocare Pereira è perché voglio profondità e corsa e non a caso abbiamo fatto venti cross. L’unica assenza certa è quella di Favilli, che da lunedì però tornerà ad allenarsi con noi", ha concluso l’allenatore del Genoa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport