Milan-Udinese, infortunio alla caviglia per Behrami. Tudor: "E' grave"

Serie A
(Lapresse)

Milan-Udinese sfortunata per il centrocampista. Prima è protagonista del contatto che spedisce fuori dal campo Paquetà, poi esce per infortunio. Il ko sembra abbastanza serio: possibile frattura ossea

ANSIA MILAN: KO DONNARUMMA E PAQUETA'

MILAN-UDINESE 1-1, GOL E HIGHLIGHTS

SERIE A: CLASSIFICA - CALENDARIO

Serata sfortunata quella di San Siro per Valon Behrami. Il centrocampista svizzero di origine kosovara è stato prima protagonista del contatto con il milanista Lucas Paquetà, che ha costretto il centrocampista brasiliano a uscire dal campo nel finale di primo tempo per una distorsione alla caviglia, poi è stato costretto ad abbandonare la partita al 31' del secondo tempo per un infortunio. Colpa di un duro colpo alla caviglia destra, che fa tremare l'Udinese. Behrami è uscito dal campo in barella. Non si conosce ancora bene l'entità del problema, ma la sensazione è quella di una possibile frattura ossea, che comporterebbe un lungo stop. Domani il calciatore sarà sottoposto ad altri esami.

Tudor: "Ko Behrami sembra serio"

Delle condizioni di Behrami ha parlato il suo allenatore Igor Tudor nel postpartita: "Sembra una cosa non da poco - le sue parole a Sky Sport - spero di sbagliarmi, Valon è un calciatore importantissimo per noi". Parole che non lasciano filtrare ottimismo, come quelle del direttore dell’area tecnica Daniele Pradè a Udinews TV: "Il mio primo pensiero va a Behrami. Valon ha fatto una grandissima gara e ora sembra che il suo infortunio alla caviglia sia abbastanza serio. Merita davvero il nostro più grande in bocca al lupo". L'allenatore dell'Udinese ha anche parlato della prestazione dei suoi: "Se devo essere sincero, la squadra mi è piaciuta più oggi che contro il Genoa, anche se sabato avevamo vinto - la sua ammissione - devo fare i complimenti ai ragazzi, l'hanno preparata nel modo giusto e avremmo potuto fare anche 2-3 gol". Merito anche di uno schieramento offensivo che nel secondo tempo ha visto contemporaneamente in campo Okaka, Lasagna, Pussetto e De Paul: "L'ingresso di Okaka ha cambiato la partita, Pussetto è andato a destra e siamo diventati più offensivi. Anche nell'intervallo avevo detto ai ragazzi che avremmo potuto fare gol. Vederli in campo tutti e 4 dal primo minuto nella prossima partita contro l'Empoli? "Bisogna vedere anche quanto hanno speso i ragazzi. Dobbiamo giocarla bene di squadra, è una sfida che vale tantissimo".

Lasagna, poker di gol a San Siro: "Questo stadio mi porta bene"

Se San Siro aveva portato bene a Igor Tudor ("Ci ho anche segnato un paio di gol"), lo stesso si può dire per Kevin Lasagna. Il gol dell'1-1 è stato il quarto di fila segnato da titolare a San Siro di fila dall'attaccante dell'Udinese: "Diciamo che porta bene, ora spero di segnare anche nell'altra - il suo commento ai microfoni di Sky Sport - abbattere questo stadio? Sarebbe davvero una cosa triste, perchè qui si respira la storia del calcio". Rete importante soprattutto per la classifica dell'Udinese, quella di Lasagna: "Sappiamo che pareggiare a Milano è complicato, il punto alimenta la nostra consapevolezza di poter fare bene di qui a fine campionato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport