Scudetto, l'appello di Del Piero alle rivali Juve: "Provateci, come noi nel 2011"

Serie A

Nell'immediata vigilia di Spal-Juventus, l'ex capitano bianconero ha rivolto un invito alle "big" della serie A per contrastare lo strapotere della squadra di Allegri: "Dopo l'arrivo di Ronaldo c'è stato scoramento nelle altre, ma io dico, fate come fece la mia Juve contro il Milan. Non partite battute ma provateci"

SPAL-JUVE 1-1: GOL E HIGHLIGHTS

LA JUVENTUS VINCE DOMANI LO SCUDETTO SE...

SERIE ACALENDARIO CLASSIFICA

Un appello vero e proprio a tutta la serie A, in special modo alle squadre che ogni anno cercano di battersi per il titolo di Campione d'Italia, è quello che Alessandro Del Piero ha rivolto in diretta a Sky nell'immediata vigilia di Spal-Juventus. L'ex capitano della Juventus ha voluto riflettere sullo strapotere dei bianconeri ma ha anche spiegato come nella sua Juve (quella che vinse il titolo contro il super Milan di Allegri) nacque un sentimento di rivalsa e una mentalità che ha riportato la Signora al successo.

"Vorrei aggiungere una cosa - ha spiegato Del Piero in studio con Lele Adani e Paolo Condò - Tranne il primo anno, di questi otto scudetti di fila, lo scorso è stato quello più difficile per la Juve, il più conteso, quest'anno invece il più facile e guarda caso è coinciso con l'arrivo di Ronaldo. Siccome a me piace sempre capire l'aspetto psicologico che c'è dietro a determinate partite e a certe situazioni, credo che quest'anno ci sia stato uno scoramento iniziale da parte delle altre squadre che le ha indotte a giocare per il secondo posto. Vedendo l'acquisto di Ronaldo da parte della Juve, le altre squadre hanno pensato di giocare solo per il secondo posto".

Da qui l'appello forte e sentito: "Se penso allo scudetto di otto anni fa, noi (la Juve ndr) eravamo nelle stesse condizioni delle avversarie della Juve di oggi, nessuno ci dava vincenti, però dentro al gruppo si era creato un certo tipo di mentalità, grazie anche al lavoro di Antonio Conte, che ci ha permesso di andare a conquistare quell'obiettivo. Io mi auguro per le altre squadre, anche per rendere più competitivo questo campionato, che nasca questa voglia di dire 'ok sono più forti, sono inarrivabili, ma proviamoci', sul serio, non solo a parole ma cercando di fare qualcosa in più".

Juve 2011/2012, Del Piero in panchina: "Anche qua? Pensavo di essere in famiglia..."

Simpaticissimo anche il siparietto andato in onda durante la discussione. Marco Cattaneo mostra la formazione della Juve campione d'Italia 2011/2012 e la coppia d'attacco è formata da Matri e Vucinic, con Del Piero in panchina. "Era necessario mettermi in panchina anche qua? - dice l'ex 10 bianconero - Pensavo di essere in famiglia qua e invece... Non voglio fare il polemico... Ma per la prossima volta". E parte un divertente scarica barile con Condò, Adani e Cattaneo che negano di essere gli artefici della formazione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport