[an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive]

Grande Torino, la commemorazione del 70° anniversario di Superga: Belotti ha letto i nomi

Il Torino ha preso parte alla commemorazione del 70° anniversario della tragedia di Superga, ricordando assieme al resto del mondo del calcio la scomparsa del Grande Torino. Una giornata piena di emozione, condivisa da tantissimi tifosi, cominciata con la messa nel Duomo della città piemontese e culminata con la lettura dei nomi delle vittime da parte di capitan Belotti

GRANDE TORINO, IL 70° ANNIVERSARIO. LE FOTO

BUFFA RACCONTA IL GRANDE TORINO

Una giornata ricca sempre di pathos e commozione. Il 4 maggio non è mai un giorno come gli altri per i tifosi granata che hanno commemorato, come ogni anno, il Grande Torino, a 70 anni dalla scomparsa dopo lo schianto di Superga. Prima la messa solenne in Duomo a cui hanno partecipato centinaia di tifosi, celebrata dal cappellano del club granata, don Riccardo Robella. Seduti nel coro della cattedrale anche i dirigenti, lo staff tecnico e la squadra attuale al gran completo, guidata dal presidente Urbano Cairo; ai lati dell'altare anche i familiari delle vittime del 4 maggio 1949 e tanti piccolissimi giocatori delle giovanili del Toro. Don Robella ha simboleggiato la tragedia di Superga rompendo un vaso e distribuendone i cocci. "Tutti devono portare nel cuore un coccio di quella squadra che non potrà rinascere, ma potrà risorgere. A ognuno spetta il compito di ricomporre quel vaso pieno di grandi valori, ricordando però che nessuno è portatore esclusivo della memoria, che va condivisa. Tutti ne siamo custodi e abbiamo il compito di trasmetterla a chi verrà dopo di noi". Don Robella ha ricordato gli allenatori granata morti nell'ultimo anno, Gustavo Giagnoni e Gigi Radice, gli altri "amici granata che non ci sono più", e le società gemellate con il Torino: Benfica, River Plate, Bastia, Chapecoense. La Città era rappresenta dalla sindaca Chiara Appendino, che indossava il tricolore, e dal gonfalone. All'uscita da Duomo, la squadra granata si è imbarcata sul bus per Superga applaudita da una folla di tifosi. La celebrazione è terminata proprio con l'arrivo dei giocatori di fronte al monumento che celebra il Grande Torino ed è stato il caitano Andrea Belotti a leggere i nomi di quella squadra mitica e delle vittime della tragedia di Superga.

1 nuovo post
I tantissimi tifosi presente alla basilica di Superga
 
- di Redazione SkySport24
L'arrivo di Mazzarri a Superga
 
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
La lapide con i nomi delle vittime di Superga
 
- di Redazione SkySport24

Belotti legge i nomi delle vittime

La squadra è arrivata al colle di Superga e di fronte alla lapide Belotti ha letto i nomi delle vittime tra la commozione generale. Si completa, così, la commemorazione del 70° anniversario dalla scomparsa del Grande Torino

- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24

La Città era rappresenta dalla sindaca Chiara Appendino, che indossava il tricolore, e dal gonfalone.    All'uscita da Duomo, la squadra granata si e' imbarcata sul bus per Superga applaudita da una folla di tifosi

- di Redazione SkySport24

Don Robella ha ricordato gli allenatori granata morti nell'ultimo anno, Gustavo Giagnoni e Gigi Radice, gli altri "amici granata che non ci sono più", e le società gemellate con il Torino, Benfica, River Plate, Bastia, Chapecoense.

- di Redazione SkySport24

Don Robella ha simboleggiato la tragedia di Superga rompendo un vaso e distribuendone i cocci. "Tutti devono portare nel cuore un coccio di quella squadra che non potrà rinascere, ma potrà risorgere. A ognuno spetta il compito di ricomporre quel vaso pieno di grandi valori, ricordando pero' che nessuno e' portatore esclusivo della memoria, che va condivisa. Tutti ne siamo custodi e abbiamo il compito di trasmetterla a chi verrà dopo di noi"

- di Redazione SkySport24

La messa in Duomo a Torino 

Centinaia di tifosi hanno partecipato alla messa solenne in Duomo, celebrata dal cappellano del club granata, don Riccardo Robella. Seduti nel coro della cattedrale i dirigenti, lo staff tecnico e la squadra attuale al gran completo, guidata dal presidente Urbano Cairo; ai lati dell'altare anche i familiari delle vittime del 4 maggio 1949 e tanti piccolissimi giocatori delle giovanili del Toro

- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24

La squadra va a Superga in pullmann

CLICCA QUI PER IL VIDEO

- di Redazione SkySport24

I tifosi a Superga 

 
Già diverse centinaia di tifosi del Torino hanno raggiunto Superga per partecipare alla commemorazione del Grande Torino
- di Redazione SkySport24

Susanna Egri: "Mio padre aveva una missione: creare il Grande Torino"

 
Il racconto della figlia di ErnőEgri Erbstein, allenatore del Grande Torino. CLICCA QUI PER IL VIDEO
- di Redazione SkySport24

Già centinaia di persone a Superga


Sono moltissime le persone già presenti a Superga per la commemorazione del Grande Torino. Mentre in Duomo si celebra la messa, già tantissimi tifosi e sportivi sono saliti sul colle dove avvenne l'incidente aereo in cui persero la vita 31 persone

 
 
- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport